Privacy Policy TV Streaming - Guida alle offerte televisive on demand

TV Streaming – Guida alle offerte televisive on demand

TV streaming diretta ed il servizio on demand

Parlare di Tv Streaming oppure TV on demand nel 2021 sembra abbastanza riduttivo, vista la grande offerta che oggi il mercato offre. Se ci voltiamo indietro, ci accorgiamo abbastanza rapidamente quanto sia giovane la televisione. In Italia, la programmazione ufficiale ebbe inizio soltanto nel 1954, per la precisione il 03 gennaio a cura della RAI con una programmazione in bianco e nero. Da quel lontano, sembra di parlare di preistoria, la televisione ha fatto veramente passi da gigante, siamo passati al colore (come ultimo paese tra il 1976 ed il 1977), sino a giungere in tempi recenti prima alle pay-tv, poi alle pay per view, arrivando adesso allo streaming video ed al recente on demand.

tv streaming
Streaming TV

Pay TV e On Demand: differenze

Probabilmente i più giovani a questa domanda risponderanno con facilità, in realtà il salto che è stato fatto dalla Pay TV alla TV On Demand è stato un vero e proprio salto nel futuro. Andiamo con ordine. Nel primo caso, stiamo parlando della piattaforma satellitare, prima conosciuta con il nome di Tele+ ed ora con quello di SKY. Abbiamo bisogno di una parabola satellitare, un decoder e con il nostro telecomando potremo scarrellare tra centinaia di canali. In base ai pacchetti, le offerte pay tv che avremo attivato ci daranno accesso a eventi sportivi, prime cinematografiche, documentari e tanto altro. I contenuti faranno comunque riferimento ad un palinsesto già prestabilito.

offerte televisive

Se invece facciamo riferimento allo streaming on demand, non dovremo avere una parabola sul tetto, bensì sarà sufficiente una connessione internet veloce, la diffusione della fibra ha accelerato il processo di diffusione. A questo punto dovremo decidere su quali dispositivi vedere la migliore offerta streaming. Se prendiamo Netflix come esempio, lo potremo riprodurre su un tablet, su un computer se non la canonica Smart TV. Abbiamo citato Netflix, in realtà sono molte le piattaforme che offrono servizi streaming on line.

Tutte le piattaforme prevedono il pagamento di un abbonamento mensile o annuale. La quota cambia in base al servizio offerto, dal tipo di catalogo e dal numero di utenti che usufruiranno del servizio.

Non dimenticate dell’esclusività di alcune uscite. Un esempio banale lo possiamo avere con la Casa di Carta, famosa ed esclusiva Netflix, ma potremmo citare decine di esempi.

Stream on demand: Prezzi

Offerte TV in streamingAbbonamento
mensile
NetflixA partire da 7,99
Amazon Prime4,99
Now TVA partire da 9,99
Infinity7,99 €
Disney +6,99
Costo on demand

I prezzi sopra riportati fanno riferimento a pacchetti, a diffusioni streaming, su base mensile. Nel caso in cui si valuti proposte annuali è possibile risparmiare qualcosa. Alcuni offrono la possibilità di testare il servizio. Per fare un esempio Infinity offre la prova gratis per 7 giorni totalmente gratuito, mentre Netflix da non molto ha tolto questa possibilità. Da questo punto di vista ci troviamo di fronte ad un mercato in continua evoluzione.

Chi offre il migliore prodotto ?

Il panorama delle offerte è ampio e vasto. Secondo il nostro parere non c’è una offerta migliore di altre in senso assoluto. Dipende da quello che si vuole vedere, da cosa si è appassionati. Se siamo in presenza di una famiglia con bambini probabilmente il pacchetto offerto da Disney + è ottimo. il costo al mese è onesto, i film on line marcati Disney sono molti che vanno ad aggiungersi a quelli Marvel, Pixar oltre ai documentari della National Geographic. Insomma abbiamo un prodotto perfetto per riempire le serate.

Se siamo soliti usare Amazon probabilmente l’offerta Amazon Prime Video ce la siamo trovata tra le mani quasi senza volere. L’offerta è simile a quella proposta da Netflix, anche se noi tendiamo ad amare maggiormente quella con la N rossa.

Alla luce di quanto raccontato possiamo dire che il tempo delle Signorine Buonasera è tramontato da tempo. Ci ricordiamo con piacere, esclusivamente riprese a mezzo busto quando le annunciatrici prima in Rai e poi su tutte le altre emittenti, ci accompagnavano lungo la giornata con i loro interventi:

«Signore e signori, buonasera …»

Era un onore presentare il festival di Sanremo, oppure la partita della Nazionale di Calcio. La figura delle annunciatrici ha avuto un grande successo a cavallo tra gli anni 70 e gli anni 80. è stata definitivamente accantonata dalla Rai nel 2016.

Oggi siamo in possesso di un telecomando, oppure di un Joystick della Playstation. Siamo pronti a cliccare quello che avevamo desiderato da tempo, un programma Tv in diretta streaming o semplicemente riprendere la visione di una serie televisiva che avevamo messo in naftalina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti