Turismo di massa. Il problema del sovraffolamento turistico

Quando il turismo internsivo può diventare motivo di preoccupazione

Il turismo è una delle industrie più vitali e redditizie al mondo, offrendo opportunità di crescita economica, culturali e sociali. Tuttavia, dietro il luccichio dei monumenti e il fascino delle mete esotiche, si cela un problema crescente conosciuto con l’appellativo di turismo di massa.

Turismo di massa

Il turismo di massa è una delle sfide più annose e complesse che in termini recenti vengono affrontate dalle maggiori destinazini turistiche presenti in tutto il mondo. Ci sono stati molti fattori che hanno inciso e spostato queste leve incentivandolo ulteriormente:

  • L’abbassamento dei costi dei viaggi, specialmente con le compagnie low cost si può viaggiare in lungo e in largo all’interno dell’Europa con poche centinana di Euro;
  • Maggiore accessibilità alle destinazioni, non solo le principali capitali ma anche località che sino a poco tempo fa era molto complicato raggiungerle;
  • Aumento degli stipendi che ha permesso di viaggiare con maggiore semplicità;

Il sovraffollamento turistico, è un fenomeno, che ha guadagnato sempre più attenzione negli ultimi anni, presentamdo numeri sempre più importanti nei luoghi più popolari e famosi; se da un lato porta denaro nelle casse dall’altra si sta via via minacciando la sostenibilità ambientale, il tessuto sociale e l’autenticità culturale dei luoghi.

Sebbene questa forma di turismo, molto popolare per la massa, generi indubbi vantaggi dal punto di vista economico alle destinazioni, con un significativo apporto di entrate e creazione di posti di lavoro, la sua crescita incontrollata può generare una serie di gravi problemi sia per l’ambiente che per le comunità locali.

turismo di massa

Overtourism: le cause principali

Ad oggi, i numeri parlano chiaro. Sono 1.4 miliardi di persone il numero che ogni anno si sposta verso una destinazione turistica. Secondo i dati in mano alla World Tourism Organization, si prevede un ulteriore incremento. L’agenzia specializzata delle Nazioni Unite stima entro il 2050, i flussi turistici supereranno gli 1,8 miliardi di persone entro il 2050.

I dati relativi al 2024, confermano ampiamente il trend. il primo quadrimestre ha fatto registrare un numero doppio rispetto a quello visto durante il 2023. L’Italia come si può facilmente immaginare, ha facilmente superato i livelli prima della pandemia. Venezia, Firenze, Capri, il Parco delle Cinque Terre in Liguria hanno raggiunto numeri da record. Il rapporto tra visitatori e residenti sta diventando giorno dopo giorno sempre più problematico, tanto da far spingere le amministrazioni comunali a varare dei provvedimenti per cercare di normare e regolamentare i flussi in entrata ed in uscita.

Il Boom del Turismo e le sue Conseguenze

Negli ultimi decenni, il turismo è esploso in modo esponenziale grazie alla crescente prosperità economica, alla democratizzazione dei viaggi e alla diffusione dei social media. Destinazioni di tutto il mondo hanno registrato un afflusso di visitatori senza precedenti, spesso al di là delle capacità di gestione delle infrastrutture locali e dell’ambiente naturale.

Inquinamento turistico

Sovraffollamento e Sostenibilità Ambientale

Uno dei problemi principali del sovraffollamento turistico è la pressione che esercita sull’ambiente naturale. Le mete turistiche più popolari, come Venezia, Machu Picchu e le Maldive, stanno affrontando sfide significative legate all’inquinamento, alla distruzione degli habitat naturali e all’uso eccessivo delle risorse idriche. Questo non solo danneggia l’ecosistema locale, ma mina anche l’attrattiva stessa del luogo per i futuri visitatori.

Impatto Socio-Culturale

Oltre alle questioni ambientali, il sovraffollamento turistico ha profonde implicazioni socio-culturali. I residenti locali in molte città turistiche si trovano ad affrontare aumenti dei costi della vita, gentrificazione e perdita di identità culturale.

Cosa si intende per gentrificazione?
Riqualificazione e rinnovamento di zone o quartieri cittadini, con conseguente aumento del prezzo degli affitti e degli immobili e migrazione degli abitanti originari verso altre zone urbane.

I quartieri una volta autentici diventano spazi commerciali dominati da catene internazionali, perdendo il loro carattere unico. Inoltre, quando si pensa a come ottenere più turisti, spesso ci si dimentica che l’afflusso massiccio di nuovi visitatori può generare nuove tensioni sociali e conflitti tra residenti e visitatori.

Gestione del Turismo Responsabile

Affrontare il problema dell’overtourism richiede un approccio olistico e una stretta collaborazione tra autorità locali, operatori turistici e comunità. Una delle soluzioni più promettenti è la promozione del turismo sostenibile, che mira a bilanciare l’esperienza del visitatore con la protezione dell’ambiente e il benessere delle comunità locali.

over tourism

Il turismo di massa

Limitare l’Accesso di massa

Una delle strategie più dirette per affrontare il sovraffollamento è limitare l’accesso ai luoghi più sensibili. Questo può essere fatto attraverso la gestione dei permessi di accesso o l’implementazione di quote di visitatori giornalieri. Ad esempio, città come Venezia oppure alcuni parchi nazionali limitano il numero di visitatori ammessi ogni giorno per proteggere la fauna e la flora.

Incentivare il turismo fuori stagione

Può sembrare banale, in realtò promuovere luoghi turistici meno affollati può essere una soluzione molto valida e interessante. Da un lato si può offrire soluzioni alberghiere a prezzi più contenuti e dall’altra si può allargare il ventaglio di tempo che è possibile offrire al turismo di massa.

Diversificazione delle Offerte Turistiche

Per ridurre la pressione su luoghi iconici, è essenziale promuovere la diversificazione delle offerte turistiche. Invece di concentrarsi solo sui siti famosi, le destinazioni dovrebbero incoraggiare la scoperta di luoghi meno conosciuti ma altrettanto affascinanti. Ciò può aiutare a distribuire in modo più uniforme l’impatto del turismo sul territorio.

Educazione dei Visitatori

Un altro aspetto cruciale è l’educazione dei visitatori. I turisti informati e consapevoli sono più propensi a rispettare l’ambiente e le culture locali. Campagne di sensibilizzazione sull’importanza della sostenibilità ambientale e del rispetto delle tradizioni locali possono aiutare a mitigare gli effetti negativi del turismo di massa.

Turismo di massa

Conclusioni

Il sovraffollamento turistico è una questione complessa, il “turismo negativo” richiede azioni immediate e coordinate da parte di tutte le parti interessate. Se non affrontato, potrebbe minare la stessa essenza del turismo, privando le future generazioni della possibilità di sperimentare la bellezza e la diversità del nostro pianeta. Promuovere un turismo responsabile, sostenibile e consapevole è fondamentale per garantire che le nostre destinazioni preferite rimangano autentiche e accessibili per tutti. Solo così potremo continuare a viaggiare senza lasciare un’impronta negativa sul mondo che amiamo esplorare.

Check Also

fontane danzanti Dubai

Fontane danzanti Dubai: biglietti, prezzi e orari della fontana

I giochi di acqua e fuoco delle fontane danzanti di Dubai Fontane danzanti Dubai: immagine …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.