Privacy Policy
Home / Bimbi in viaggio: racconti dal mondo / Visitare Spalato in un giorno | Cosa vedere in 24 ore

Visitare Spalato in un giorno | Cosa vedere in 24 ore

Spalato Croazia in 1 giorno

Molti quando arrivano al porto di Spalato in Croazia, si preoccupano immediatamente di montare sopra ad un traghetto ed abbandonare rapidamente la città andandosi a crogiolare al caldo in qualche isola che li porterà lontano dal traffico e dallo smog. Non si preoccupano minimante nemmeno di consultare l’App di Spalato Meteo per verificare quale tipo di clima ci possa essere da queste parti. In realtà visitare Spalato in un giorno è possibile, avrete il piacere di scoprire la storia di una città che merita di essere apprezzata.

Non la usate solo come tappa intermedia.

Ogni guida vi dirà che Spalato è una città costruita intorno al palazzo dell’imperatore romano Diocleziano, uno dei monumenti meglio conservati e più impressionanti di epoca romana in Europa.

Potrai anche leggere che il centro storico della città è Patrimonio Mondiale dell‘UNESCO dal 1979.

Tuttavia, Spalato non è una città-museo vera e propria; si tratta di un luogo vivace fiorente tra le stratificazioni storiche dei suoi monumenti. Questo, insieme ad altri sono i motivi principali da farci ritenere Spalato, una tappa molto stuzzicante all’interno di un viaggio nella penisola balcanica.

Spalato cosa vedere:

Iniziate la visita dal palazzo Diocleziano ed il centro storico. Sarà un giro molto rapido e veloce ma la vita urbana parte proprio da lì. Durante questa visita entrerete nel labirinto della città vecchia, sarà piacevole perdersi in questo piccolo toboga, tante piccole vie che si incrociano come in una matassa di filo da dipanare in una tranquilla giornata di sole.

Noi consigliamo di prendere informazioni presso l’Ufficio del Turismo che si trova nei pressi della stazione del Bus cosi da potervi facilitare il vostro cammino. Se arrivate dal lungomare godrete della vista di numerosi caffè e negozi. Sicuramente saranno molto affollati di gente magari al termine della vostra giornata vi potrete accomodare in uno di questi sorseggiando un buon caffè.

Ad un certo punto vi addentrerete nel centro della città, il percorso è molto semplice, sarà sufficiente seguire il flusso delle persone, vi porteranno senza fatica verso la parete nord del palazzo Diocleziano, il meglio conservato !

Una volta giunti, di fronte all’ingresso principale al palazzo di Diocleziano, la porta Aurea, si trova l’imponente statua, di 8,3 metri di altezza, in bronzo del vescovo Gregorio di Nin. Fa impressione vedere con quel dito alzato con fare minaccioso e con l’altra mano tenere un libro.

Il vescovo si oppose alla decisione del Papa di utilizzare il latino nella liturgia locale e tradusse il messale del rito romano nella lingua slava.

Questo monumento è un esempio di architettura tardo-romana, con un campanile che sorge proprio sopra la cattedrale di San Doimo, Patrono della città. La chiesa ha trovato il suo posto nel vecchio mausoleo imperiale, che lo rendono ad oggi uno dei più antichi edifici cristiani nel mondo.

Spalato cosa fare:

Visitare Spalato in un giorno è alquanto interessante, ed il tempo fugge rapidamente. Se vi rimane del tempo noi consigliamo la visita del mercato della frutta e della verdura chiamato anche “PAZAR”, un’esplosione di colori, odori e sapori della Dalmazia e del Mediterraneo. Il cammino vi farà giungere nella famosa Piazza del Popolo, o semplicemente Pjaca, piazza che a Spalato nessuno chiama con il suo vero nome.

Citata per la prima volta in alcuni testi nel XIII secolo è stata rinominata con l’appellativo di “Spiazzo di San Lorenzo”. Da secoli Pjaca ritrae con dovizia di particolari il fulcro della vita cittadina: le autorità della città risiedevano nel palazzo in stile gotico del municipio che oggi ospita un’ampia sala di esposizione, nei bellissimi e ancor oggi ben conservati palazzi che cingevano la piazza vivevano le famiglie più facoltose. Non dimenticate di fare un salto presso la Libreria Morpurgo, che anche oggi appare con lo stesso stile di quando fu aperta nel 1861.

Gli intellettuali abitanti di Split amavano incontrarsi presso il caffè Central, situato nell’oramai decadente hotel Troccoli che, rappresentò l’avvio del turismo nella città croata. Se guardate con attenzione potrete scorgere la torre con l’orologio cittadino, singolare nella sua forma per il suo quadrante con 24 numeri romani. Ogni palazzo della Pjaca conserva la sua parte di storia ed è testimone della mentalità del luogo.

Dopo aver trascorso la nostra giornata non ci rimane che bere un buon caffè, osservando la vivacità della città intorno a voi che per molti è una tappa prima del mare oppure lungo la via Spalato Dubrovnik.

Se avete ancora del tempo dedicate qualche momento anche a Spalato e dintorni, a nord della città croata non ci si può esimere nel visitare il centro storico della città di Trogir dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO.

Avete visto ? Visitare Spalato in un giorno è assolutamente fattibile.

Spalato immagini:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti