Privacy Policy
Home / Viaggi / Visitare Lecce in un giorno | La Firenze del Salento

Visitare Lecce in un giorno | La Firenze del Salento

Lecce prima di tutto

Finalmente il nostro viaggio in terra pugliese era iniziato ed anche il tempo sembrava darci una grossa mano, il meteo Lecce garantiva sole pieno e temperature molto più che miti per i giorni a seguire.

Dopo un lungo viaggio in auto per raggiungere il tacco d’Italia decidiamo, prima di far rotta per il nostro alloggio, di fare una passeggiata esplorativa (anche per sgranchirsi le gambe prendere un caffè!)nel centro storico del capoluogo salentino: Lecce

Il Tour non poteva che iniziare alla città più grande ed importante del Salento, nonché capoluogo di provincia: Lecce “La Firenze del Sud”è una città molto bella dove vale la pena di trascorrere una giornata girovagando per il suo centro storico. Parcheggiamo la nostra auto in un parcheggio a pagamento (1€ l’ora) nei pressi di Porta Napoli, vicino all’Università e poi via…si parte alla scoperta di questa città, gioiello del Salento. L’appellativo “Firenze del Sud” è decisamente calzante per questa città, infatti le viuzze del centro lastricate, i palazzi antichi, le botteghe la rendono molto simile alla culla del Rinascimento.

La città di Lecce, nota per gli edifici in stile Barocco, è una delle città più belle e coinvolgenti del Salento, passeggiando per le vie del centro si resterà ammaliati dalla straordinaria eleganza del borgo, dalle facciate dei palazzi, dalle architetture e dai particolari che caratterizzano le vie e le piazze della città. Il nostro Tour esplorativo si esaurisce con un caffè e un’occhiata all’orologio. Infatti Angela, la proprietaria del B&B, ci aveva suggerito di arrivare un pò prima di cena per una simpatica sorpresa che aveva preparato per noi.

B&B Casa di Anita

Abbiamo preso alloggio al b&b Casa di Anita: un gioiellino, nuovissimo, curato in ogni dettaglio, pulitissimo e soprattutto Baby e Family Friendly.  Angela e Antonio sono i proprietari di questa struttura che si trova ad Arnesano, un paesino alle porte di Lecce, a pochissimi chilometri dalle spiagge di Porto Cesareo e non lontano da Otranto, Castro Marina, Torre dell’Orso sulla costa adriatica, Ugento Gallipoli e Torre Lapillo sulla costa ionica; insomma, una posizione davvero strategica.

E’ solo la fine di maggio ma è già molto caldo e, mentre Sofia gioca con Anita, la figlia grande di Angela e Antonio nonché “ispiratrice” del nome del B&B, noi ne approfittiamo per sfruttare la nostra sorpresa: una cena insieme a loro a base di rustici leccesi, una prelibatezza di pasta sfoglia ripiena di besciamella, mozzarella fior di latte, polpa di pomodoro e pepe nero.

rustico di lecce

La serata scorre via veloce fra chiacchiere e risate, la stanchezza del viaggio si fa sentire quindi ci congediamo e ci avviamo in camera…già, la camera…meravigliosa! Tutte le stanze sono veramente molto belle e rifinite in tutti i dettagli, naturalmente tutte con bagno, aria condizionata, wi-fi, tv a schermo piatto e biancheria di prima qualità. La bellissima sorpresa che i piccoli ospiti troveranno , tutta per loro, all’arrivo è il kit di benvenuto baby friendly: sapone a forma di orsetto, bagno doccia delicato, guantino spugna e una confezione di matite colorate!

Per non parlare di quello che viene messo a disposizione di ogni famiglia con bambini: fasciatoio, vaschetta per il bagno, asciugacapelli per bambini con la temperatura giusta per loro e scalda biberon per i più piccini, piuttosto che riduttore per il wc scalino per arrivare al lavello per i più grandicelli. E poi tutti i bimbi possono liberamente usufruire dell’area giochi attrezzata in cortile e dei tanti libri per conciliare la nanna o per passare tranquilli le ore più calde.

Angela e Antonio hanno avuto un’idea che a nostro avviso è veramente geniale: “Mamma viaggia leggera !” vi chiederete: “In che senso?” “Cosa significa?” Significa che le mamme che alloggiano al B&B Casa di Anita possono mettere in valigia per il bambino solo i vestiti e poco altro perché a “fare la Spesa” ci pensa Angela grazie alla collaborazione con un negozio di articoli per bambini: la mamma non deve fare altro che fare la lista della spesa e mandarla ad Angela qualche giorno prima dell’arrivo: tutto il necessario (pannolini, salviette, omogenizzati…) vi verrà fatto trovare direttamente nella vostra camera senza nessun costo aggiuntivo a quello indicato nello scontrino ! Una gran bella comodità, specialmente per chi arriva in Salento con l’aereo !

Arriva il giorno… Visita Lecce in un giorno

Di buon mattino prendiamo l’auto e puntiamo dritti verso la nostra prima meta. Ci stupisce non poco trovare traffico ma ci torna in mente una frase che Antonio, il marito di Angela e proprietario del B&B, ci aveva detto la sera prima a cena: “Gli abitanti di Lecce prendono sempre l’auto e vorrebbero parcheggiare davanti a dove devono andare, non hanno minimamente idea di cosa siano i mezzi pubblici !”

colazione

Prima di metterci in cammino, non possiamo dimenticare la fantastica colazione che Angela prepara con cura, dal dolce al salato, caffè, latte, marmellate. Ma la vera specialità della casa è il pasticciotto: un dolce composto da pasta frolla farcita di crema pasticciera e cotto in forno. Le vostre papille gustative rimarranno senza fiato di fronte a questo dolce che per antonomasia è immancabile in qualunque pasticceria della zona.

Lecce cose da vedere:

Salutiamo e partiamo per il centro città, lasciando la macchina nello stesso parcheggio della serata precedente. Consultiamo la guida della città..ci sono molti turisti in giro, entriamo nel centro storico di Lecce proprio da Porta Napoli che per secoli è stato l’ingresso di rappresentanza della città e camminando lungo via Giuseppe Palmieri arriviamo a piazza del Duomo dove si affaccia la famosa Cattedrale col suo Campanile, l’episcopio ed il Seminario.

duomo di lecce
duomo di lecce

Sarà per il periodo, sarà per il clima già estivo, la Piazza pullula di scolaresche in gita che si disperdono per la piazza cercando riparo dal sole già alto negli angoli ombrosi. Dopo la visita della Cattedrale percorriamo Via Vittorio Emanuele fino ad arrivare a Piazza Sant’Oronzo dove ammiriamo la Chiesa di San Niccolò dei Greci. La Piazza rappresenta il salotto della città di Lecce ed è dominata dall’alto della colonna romana dalla statua di Sant’Oronzo (patrono della Città insieme a Santa Irene) Dietro la Piazza, l’Anfiteatro Romano, perfettamente conservato, memoria delle importanti origini della città.

Vicino a Piazza Sant’Oronzo sorge il Municipio, nonché sede del Comune di Lecce, e davanti l’ufficio informazioni Turistiche, nostra meta come per ogni viaggio (non solo Lecce) per raccogliere informazioni utili e le piantine della città.

Quando si viaggia con i bambini bisogna sempre tener conto delle loro esigenze e sopratutto dei loro tempi. Dopo un’oretta e mezzo di passeggiata “culturale” ammirando i monumenti di Lecce, Sofia era comprensibilmente annoiata, quindi sosta d’obbligo. Mangiamo qualcosa, il tempo di riposarsi un pochino, il gran caldo ci impedisce di camminare per le strette vie del centro durante le ore più afose. Il giusto tempo per dare una bella occhiata al Corriere Salentino, le notizie di oggi del Quotidiano di Lecce. Dall’altro lato sbuffa probabilmente dal caldo un anziano signore sfogliando le pagine di leccesette.

Il cielo ragnato da un gruppo di nuvole dopo 40 minuti di sosta ci favorisce, la nostra visita riprende in direzione Chiesa di Santa Croce e Palazzo dei Celestini: sfortunatamente per noi questi edifici sono in restauro quindi il loro esterno è coperto da teloni. Visitiamo la Chiesa che è il simbolo del Barocco Leccese e proseguiamo la nostra visita fino ad arrivare alla Villa Comunale, polmone verde della città e più avanti il teatro Politeama Greco ed il castello Carlo V, antico maniero medievale che oggi ospita eventi e mostre ed è sede permanente del Museo della Cartapesta (infatti passeggiando per il centro avevamo notato molti negozi e laboratori).

Continuiamo il nostro giro facendo shopping alla caccia dei tanti prodotti tipici.

lecceprima

Visitare Lecce in un giorno è possibile anche con i bambini, la città non è grande, si gira molto bene a piedi; il tempo a nostra disposizione nonostante l’andatura sostenuta stava terminando. Lecce night cominciava a fare capolino…

La sorpresa di Angela:

Angela ci aveva suggerito di fare rientro a casa per l’ora di pranzo perché ci voleva proporre un altro dei servizi aggiuntivi del suo B&B. Sembra strano rientrare al B&B per pranzo, di solito in queste strutture adottano il classico B&B, ma Angela e Antonio, i titolari, vista la connotazione Family Friendly, hanno avuto una grande idea ed abbiamo avuto il piacere di ascoltarli: grazie alla collaborazione con un catering locale: “il pranzo è servito” ogni giorno ricevono un ricchissimo menù, si ha la possibilità di ordinare il pranzo, ricevendolo comodamente in struttura all’ora prescelta. L’idea è ottima sia per chi è in giro per la città che, a maggior ragione, per le famiglie che rientrano per pranzo dalle vicine spiagge della provincia di Lecce.

Questa si è rivelata anche per noi una scelta azzeccatissima, che ci ha dato modo di poter assaggiare alcuni deliziosi piatti tipici della cucina pugliese ( i rustici, la cicoria con le cotiche, i peperoni ripieni e non per ultimo un gradito bis degli speciali pasticciotti leccesi).

Sembra proprio un incantesimo, le bambine si conoscono da poco tempo, in realtà sembra si conoscano da una vita ! Vorremmo rimanere più a lungo, ma dobbiamo proseguire il nostro cammino in Puglia. Il nostro è un arrivederci perché questa oasi di pace e serenità nei pressi di Lecce ci ha conquistato, e, una volta di più se ce ne fosse bisogno, l’accoglienza il calore e la cordialità della gente ci è entrata nel cuore !!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti