Privacy Policy Lago Tovel - come arrivare, cosa fare, escursioni

Lago Tovel – come arrivare, cosa fare, escursioni

Lago di Tovel. I misteri del Lago Rosso del Trentino (Agg. 2021)

Lago Tovel Trentino. Gli oceani si possono rivelare aggressivi, i fiumi impetuosi, mentre i laghi agli occhi dei più sono calmi e silenziosi. C’è un’aria speciale, di serenità, soprattutto se si parla di quelli di montagna. Proprio quelle vette che dall’alto dominano sembrano delle perfette mamme che ne curano l’esistenza mettendoli al riparo da qualsiasi pericolo.

Dire lago in Trentino è molto facile, quello che abbiamo visto noi, facendoci letteralmente sognare si trova per la precisione in Val di Non. Per chi non lo sapesse la zona è famosa per i meli ed i frutteti, mentre l’Alpe Cimbra è un’incredibile meta di sci, mountain bike ed escursionismo. Il Lago di Tovel fa parte della Val di Non, anche se geograficamente si trova nella valle più piccola, la val di Tovel.

lago di tovel
lago di tovel

Tovel lago

Lago Tovel, è un lago d’acqua dolce. Questo lago è circondato da una catena montuosa delle Dolomiti di Brenta, quasi eternamente innevate, che appartengono alla catena montuosa delle Alpi, patrimonio mondiale dell’UNESCO. Dalla forma quasi triangolare si trova nel parco naturale Adamello-Brenta con una fitta foresta che la circonda. Adagiato tra i depositi glaciali delle marocche di Tovel, il lago è alimentato dai torrenti Risla e Santa Maria Flavona. L’acqua in entrata è bilanciata in uscita dal torrente Trensenga, emissario del lago.

Trentino Lago di Tovel: Quanto è grande ?

Il Lago di Tovel è lungo un chilometro e largo 500 metri. La superficie totale è di 0,38 KM quadrati e raggiunge i 38,5 metri di profondità. 

Il lago altitudine

Il Lago di Tovel si trova a 1178 metri sopra il livello del mare.

lago in trentino
Tovel

Lago di Tovel come arrivare

Il modo più semplice per raggiungere il Lago di Tovel è senza ombra di dubbio con l’auto. Per arrivare all Lago di Tovel in auto,, situato a pochi chilometri dal lago di Santa Giustina, si deve imboccare la strada che indica la valle di Tovel. Il percorso è relativamente breve. A causa del Coronavirus, possono accedervi solo quelli che hanno prenotato il parcheggio dell’auto al lago.

Avete capito bene, si accede a Tovel solo e soltanto prenotando il parcheggio almeno che non si vada a piedi oppure in bicicletta. Se decidete di organizzare una gita, cominciate a muovervi per tempo per evitare di incorrere nel rischio di non trovare posto dove poter lasciare la propria vettura. Seguendo pedissequamente le indicazioni del percorso di mobilità, si può scegliere uno dei cinque parcheggi a disposizione; da lì si prosegue a piedi, non sono previste navette di nessun genere.  

Molti hotel della zona organizzano o consigliano gite in autobus di prima mattina che si possono fare per visitare il lago di Tovel. Se da un lato può essere comodo dall’altro sarete vincolati agli orari stringenti che non ti possono far evitare la grande massa di gente che si accalca durante le ore di punta.

Come prenotare il parcheggio auto al lago di Tovel

Nel caso che decidiate di visitare il lago di Tovel sappiate che il parcheggio della vettura è consentita solo con l’avvenuta prenotazione. Munitevi di pazienza e cominciate ad impratichirvi con l’uso di App o di un personal Computer. Come si prenota ? Si può andare sul sito del parco dell’Adamello oppure scaricando l’applicazione per Android o iOs. 

  • Registrate le vostre credenziali
  • Scegliete il parcheggio tra quelli proposti
  • Inserite la data che preferite 
  • Procedete al pagamento con carta di credito oppure Paypal

Il costo del parcheggio varia in base alla distanza rispetto al lago. Sappiate che quello più vicino commissioni incluse vi costerà più di 10 Euro mentre quello più lontano vi verrà a costare 6-7 Euro circa.

Noi vi consigliamo vivamente se siete in presenza di passeggini oppure di bambini piccoli di valutare la prenotazione del “Parcheggio al lago“. Quest’ultimo, si trova al termine della strada sterrata ed è il più vicino al lago, facilmente raggiungibile dopo una breve salita. 

lago di tovel trentino
lago di Tovel trentino

Escursioni lago di Tovel

Il tempo per un caffè nei pressi del bar che sta proprio all’inizio del sentiero, poi prendete la via che gira intorno al lago. Il percorso è abbastanza semplice non ci sono grosse pendenze. Quando arrivate scegliete il lato destro del lago, sino ad oltre metà non avrete nessuna difficoltà, anche con il passeggino sarete assolutamente in grado di percorrere la via. L’ultima parte invece non la consigliamo perché vi troverete di fronte a sentieri stretti ed alcuni passaggi da fare con il passamano a farvi da supporto. Per completare il giro completo sono necessari circa 90 minuti, prendete il vostro tempo anche per scattare delle foto che riguarderete con piacere al vostro rientro a casa. In questo modo, si potrà godere la bellezza del lago da molte angolazioni diverse.

Casa del Parco Lago Rosso

Percorrendo il lato destro, dopo circa 15 minuti di cammino vi imbatterete nella Casa del Parco Lago Rosso. Noi non lo abbiamo visitato ma abbiamo saputo che al suo interno c’è un museo che spiega della colorazione rossa del lago. Il lago, purtroppo, oggi, non si “arrossa” più, ma prende splendide sfumature smeraldo che tolgono egualmente il fiato.

tovel
rifugio Tovel

Lago di Tovel rosso: il mistero

Il Lago di Tovel è anche chiamato il Lago Rosso perché misteriosamente l’acqua divenne rossa durante i mesi estivi di molti anni fa. Per risalire all’ultima volta che successe, bisogna riportare indietro l’orologio del tempo al 1964. All’epoca c’erano molte storie e leggende associate a questo evento, anche se poi si scopri che in realtà che la causa del rossore era un particolare tipo di alga conosciuta anche il nome di Glenodinium sanguineum.

Questa è la versione ufficiale ma a noi piace credere alla storia che il lago sia diventato rosso per colpa del sangue versato dall’esercito della principessa Tresenga che ha combattuto per lei.

Secondo la leggenda, la principessa Tresenga disse no a molti corteggiatori dopo la morte di suo padre, il re Ragoli. Uno di questi, Lavinto di Tuenno provò in mille modi a fare breccia nel suo cuore ma venne sempre respinto. Non accettò il suo rifiuto e colse l’occasione per inviare contro il suo esercito. Il popolo della principessa Tresenga si schierò al suo fianco combattendo sanguinose battaglie lungo le rive del Lago di Tovel, ma venne sconfitto. Anche la principessa fu uccisa e il colore rosso del lago rappresenta proprio il colore purpureo del sangue versato nelle acque del lago. La leggenda narra ancora che la principessa Tresenga giunga in occasione dell’anniversario della battaglia sulle rive del lago di Tovel piangendo.

lago tovel
lago tovel

Lago di Tovel hotel

Se volete stare vicino al lago, ci sono solo un paio di opzioni di posti dove poter soggiornare. In alternativa si può soggiornare a Flavon, a Tuenno o Cles. Tuenno è il paese più vicino al lago, Cles è il paese più grande della valle e Flavon è invece una realtà molto più piccola ma assai carina.

1) Chalet Tovel
L’hotel Chalet Tovel si trova a circa 150 metri dal lago. Stiamo parlando di un uno chalet, stagionale, circondato da alberi, dove poter godere appieno di una vacanza in totale relax.

2) Albergo rifugio Lago Rosso
L’Albergo Lago Rosso è la sede ideale per coloro che vogliono risparmiare qualche Euro. Da un feedback avuto da amici abbiamo saputo le camere non hanno un bagno in camera ma è presente nell’area comune. Dopo una giornata intensa perfetto per riposarsi e trascorrere una giornata nella natura.

3) Agriturismo Residenza De Poda, Flavon
Un bellissimo hotel a soli 15 minuti a sud di Cles, situato nel mezzo del piccolo villaggio di Flavon e circondato da vigneti. Il proprietario è super gentile e disponibile. Non è proprio vicinissimo al lago, ma apprezzerete sicuramente la scelta!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti