Terezin Campo di Concentramento. Il Ghetto di Theresienstadt

Terezin campo di concentramento. Guida al ghetto modello vicino Praga

Campo di concentramento di Theresienstadt. Conosciuto anche come il ghetto di Terezin, situato in Repubblica Ceca, a circa 60 chilometri a nord-ovest di Praga. È posizionato nella regione della Boemia Centrale ed è facilmente accessibile dalla capitale ceca. Durante la Seconda Guerra Mondiale, Terezín fu utilizzato come campo di concentramento dai nazisti.

Oggi, Terezín è un memoriale e museo che commemora le vittime dell’Olocausto e documenta la storia del campo durante quel periodo oscuro. Molte persone che visitano Praga scelgono di fare una gita a Terezín per apprendere di più sulla storia di questa piccola città della Boemia, per onorare la memoria di coloro che hanno sofferto durante quegli anni terribili. La visita al memoriale offre una prospettiva toccante sulla vita nel campo di concentramento e sulle tragedie che vi hanno avuto luogo.

campo di concentramento terezin

Campo di concentramento di Theresienstadt

Gita di un giorno da Praga al campo di concentramento di terezin

Una fortezza del 18° secolo, isolata nella campagna boema venne scelta dai nazisti come uno dei teatri elaborati dei più crudeli inganni della seconda guerra mondiale. 

Il ghetto modello

Il campo di concentramento di Terezín, noto anche come campo di concentramento di Theresienstadt in tedesco, fu presentato dai nazisti come un “ghetto modello” durante la Seconda Guerra Mondiale. La sua creazione fu parte di uno sforzo per nascondere la realtà degli orrori dell’Olocausto agli osservatori internazionali, inclusi rappresentanti della Croce Rossa e altri organismi umanitari.

Terezín fu utilizzato dai nazisti per mascherare il genocidio degli ebrei e per diffondere la propaganda falsa sulla supposta “umanità” del regime.

Tuttavia, dietro questa facciata di normalità, Terezín era un luogo di sofferenza estrema. Le condizioni di vita erano difficili, e molti prigionieri morirono a causa delle malattie, della fame e dei maltrattamenti. In realtà, Terezín era solo una tappa temporanea per molti detenuti, che venivano successivamente deportati nei campi di sterminio come Auschwitz.

“In una stanza vivevano circa 25 persone cosi che lo spazio vitale si ridusse a poco più di un metro quadro a persona. Non c’era spazio, non c’era un momento in cui poteva rimanere da solo. Sembravamo una folla impazzita; i malati e gli anziani furono spesso i primi a morire, per quelli che rimanevano in vita c’era la fame, la mancanza di cibo divenne ben presto una trista ossessione. Per i nuovi arrivati l’illusione di un centro termale si trasformò presto in un incubo” Una superstite del campo di Terezin

I tedeschi obbligarono gli stessi ebrei a gestire il ghetto. Venne costituito il consiglio degli anziani con il compito di organizzarne tutte le attività. Doveva essere costituita un’apparente normalità, furono stampate delle monete che potevano essere spese solo all’interno del ghetto, ma non avevano nessun vero valore. Un altro di quei giochi organizzato dai nazisti che non aveva nessun senso. 

Terezin fu un mondo creato ed adoprato da quell’orrifica macchina che fu la propaganda nazista che doveva mostrare al mondo un luogo dove gli ebrei stavano meglio dei poveri ariani che andavano a morire in guerra.

Campo di concentramento Praga

Campo di Terezin Praga

Il ghetto di Terezin che Hitler regalò agli ebrei

La cittadina di Terezin doveva mostrarsi come un ghetto vitale, gioioso, popolato da ospiti a cui era garantita una vita dignitosa. La Croce Rossa nutriva forti sospetti sul campo, ma per i tedeschi fu lo strumento perfetto per poterlo rivendere come propaganda nazista.

La visita della Croce Rossa

Una volta venuti a conoscenza dell’arrivo della Croce Rossa,la macchina tedesca si mise velocemente in moto, dovevano essere nascoste o meglio celate nel migliore dei modi tutte le malefatte che avvenivano all’interno della città di Terezin. In breve tempo furono aperti negozi, aperto un caffè e costruito un parco giochi per bambini.

Non solo, per eliminare la sovrappolazione nel campo furono deportati oltre 7500 ebrei, giudicati come “impresentabili” a causa della forte denutrizione. Quella data del 23 giugno se la ricordano in molti, per un’intera giornata la delegazione della Croce Rossa venne accolta dal comandante del campo Karl Rahm e da Paul Eppstein. Fu concesso di aprire qualsiasi porta, di guardare ovunque, di soddisfare qualsiasi curiosità. La giornata si chiuse con la visione dell’opera Brundibàr scritta dal deportato Hans Krása ed eseguita dai bambini del campo.

Il delegato della Croce Rossa dopo aver preso nota non fece altro che certificare quanto visto affermando che Terezin era una città accogliente, una normale città di provincia. 

La commedia piacque tanto che fu deciso di ripeterla, allo scopo di farne un film. Nel ghetto Kurt Gerron, un regista noto per essere apparso anche al fianco di Marlene Dietrich nel film L’angelo azzurro venne nominato come il responsabile del lavoro. Il film che diresse venne intitolato “Il Führer regala una citta agli ebrei” e fu proiettato in tutti i cinema tedeschi…ma dopo le riprese l’intero cast, e lo stesso regista, vennero deportati ad Auschwitz.

Escursione a Terezin, il ghetto modello. visita al campo di concentramento Praga

Come raggiungere Terezin da Praga

Per raggiungere Terezin da Praga, si possono utilizzare i principali mezzi di trasporto come autobus o treno. Provando ad esemplificare con un elenco puntato:

1. In treno:
– Dirigiti alla stazione ferroviaria principale di Praga, chiamata “Praha hlavní nádraží“.
– Cerca un treno diretto a Terezin. La stazione ferroviaria di Terezin si chiama “Terezín hlavní nádraží“.
– Verifica gli orari dei treni e scegli quello più adatto alla tua programmazione.
– Il viaggio in treno dura approssimativamente un intervallo di tempo che va da 60 ai 90 minuti a seconda delle fermate. 

2. In autobus:
– Raggiungi la stazione degli autobus principale di Praga, chiamata “Praha Florenc“;
– Cerca un autobus diretto a Terezin. Assicurati di verificare gli orari e la disponibilità dei posti;
– Il viaggio in autobus rispetto al treno è più lungo, richiede circa 90-120 minuti, a seconda del traffico stradale.

Prima di partire, abbiate cura di verificare gli orari e la disponibilità dei mezzi di trasporto. Pianificate il vostro viaggio nel migliore dei modi, in modo efficiente. Puoi controllare i siti web delle stazioni ferroviarie o degli autobus per ottenere informazioni aggiornate sugli orari e prenotare i biglietti se necessario.

Terezin Oggi

Ad oggi Terezin è una piccola città della Repubblica Ceca,  ricordo delle atrocità dell’Olocausto che non dovrà mai essere cancellato.

Check Also

dove vedere i tulipani in Olanda

Dove vedere i tulipani in Olanda. La fioritura dei campi

Quando andare e dove vedere la fioritura dei tulipani in Olanda Dici tulipani e pensi facilmente all’Olanda, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.