Oceanografico Valencia. Informazioni utili per una visita

Cosa vedere in una giornata al Museo Oceanografico di Valencia

Oceanografico Valencia, una query molto gettonata nei motori di ricerca… Noi non potevamo essere da meno, vista la nostra visita nella bellissima città spagnola. Mettendo per un attimo da parte, l’acquario della Comunità Valenciana, sapevi che quest’ultima è la terza città con più abitanti (dopo Madrid e Barcellona) dell’intera Spagna?

Nonostante possa sembrare strano, questa destinazione è ideale per essere visitata in qualsiasi periodo dell’anno grazie al suo clima mediterraneo mite con una media che sfiora ampiamente i 17 gradi Celsius. Il Museo Oceanografico di Valencia rappresenta senza ombra di dubbio una delle mete imperdibili, quelle da contrassegnare con un bell’asterisco all’interno della nostra guida tascabile che nel tempo abbiamo letto e riletto varie volte. Rappresenta una tappa obbligatoria e imperdibile che vi riempirà una giornata intera durante il vostro soggiorno nella capitale della Comunità Valenciana.

In questo post Valigia2mezzo ed il suo staff proverà a spiegarti nel migliore dei modi, tutto quello che devi sapere per vivere al meglio la tua visita e organizzarti al meglio.

oceanograpic valencia

Oceanografico Valencia Aquarium: come organizzare la visita

Lo saprete sicuramente, ve lo ripetiamo perché sono informazioni assai importanti. Oceanogràfic Valencia è il più grande acquario d’Europa. Si divide in numerosi edifici, all’interno dei quali potremo trovare tanti ecosistemi di tipo diverso: dal familiare e conosciuto che possiamo trovare nella zona mediterranea sino a quello delle zone tropicali per poi giungere a quello Artico dell’estremo nord e quello Antartico a sud. Un bel giro del mondo da fare in un giorno soltanto. Se poi l’esperienza non vi ha ancora appagato, l’occasione è ghiotta perché si ha la possibilità di vedere il delfinario piu importante d’Europa.

Per questo motivo, anche a causa delle lunghe code che si possono trovare all’ingresso, noi consigliamo vivamente di acquistarli direttamente all’interno della pagina del sito di Visit Valencia. Se siete in possesso della carta turistica potrete usufruire di un 10% di sconto sull’intero ammontare.

parco oceanografico valencia
Oceanografic Valencia entrata

Oceanografico Valencia biglietti

  • 33,00 € biglietto intero
  • 25,00 € biglietto ridotto (4-12 anni)
  • 25,00 € Pensionato

Quanto tempo ci vuole per vedere l’Oceanografic?

Per vedere l’Oceanogràfic di Valencia sono necessarie almeno 4 o 5 ore, il tempo stimato della visita è sicuramente calcolato per difetto, perché la visita non ha un vero limite di tempo, sarete voi a decidere quando spostarvi alla vasca successiva, quanto tempo dedicare per vedere i delfini oppure i pinguini. Se vuoi puoi passare la giornata saremo assolutamente concordi con voi che sia una scelta azzeccata ed assolutamente comprensibile.

Oceanografico Valencia
Acquario di Valencia Spagna

Tenete presente che la superficie totale ha un’ampiezza che sfiora i dieci ettari, con tantissime specie acquatiche provenienti da tutto il mondo. Avete già capito che c’è tantissimo da vedere!

Ti consigliamo comunque di guardare gli orari di apertura e chiusura per poter organizzare al meglio la tua giornata, sebbene l’Oceanogràfic sia aperto 365 giorni all’anno, il suo orario varia a seconda dei mesi e delle festività nazionali.

Orario ufficiale di apertura per mese

Da gennaio a marzo: dalle 10:00 alle 18:00;

Aprile: durante la settimana di Pasqua dalle 10:00 alle 20:00, (Venerdì e Sabato Santo alle 22:00); il resto dei giorni sempre 10:00-18:00;

Dal 17 giugno al 14 luglio 10:00-20:00; mentre dal 15 luglio al 31 agosto la chiusura sarà alle 21:00.

Da settembre a dicembre avremo un lento ritorno all’orario tradizionale: ad eccezione dell’orario di apertura delle prime settimane di settembre (dalle 10.00 alle 20.00) e di qualche giorno durante l’ultimo mese dell’anno.

Acquario Valencia: cosa puoi vedere

L’acquario di Valencia è diviso per ambienti marini, tutti da vedere ed esplorare, meglio se usiamo la piccola mappa che ci viene fornita all’ingresso, in quanto alcuni sono un po’ nascosti e fuori dal percorso principale. Faremo un pieno attraverso un meraviglioso percorso di natura, scienze, flora e fauna. Ogni padiglione focalizza la sua attenzione su una specie di animali appartenenti ad habitat simili.  L’architettura dei padiglioni è ingegnosa e particolare, sono diversi l’uno dall’altro, iniziando dal primo, il centrale, maestoso e con un effetto ottico davvero unico. Il pesce raffigurato sulla vetrata ha delle squame che con il vento si muovono.

Appena entrati ci sono subito gli acquari dei mari tropicali, con coralli, pesci della barriera corallina e tartarughe marine. Di seguito si visita la vasca oceanica, che forse è l’ambiente più famoso, con il tunnel che ti immerge letteralmente nel mondo marino. Avete capito bene, questa galleria trasparente di circa 70 metri ti darà la possibilità di vedere squali e pesci di tutti i colori e dimensioni che ti nuoteranno attorno. Incredibile vivere l’emozione di essere a qualche centimetro dai denti affilati di uno squalo

Belli anche i padiglioni dedicati al Mar Rosso, al Mar Mediterraneo, all’Oceano Artico ed all’Oceano Antartico, con i pinguini. Negli spazi all’aperto si possono vedere fenicotteri, leoni marini, foche e tartarughe.

Acquario Valencia
Acquario Valencia

Immagino che non siate stanchi, perché il percorso è ancora lungo con tantissime cose da vedere. Probabilmente la presenza dei bambini ci influenza nella scelta, l’ambiente che ci ha entusiasmato maggiormente è il delfinario, in quanto l’esibizione oltre ad essere istruttiva e mirata ci permette di conoscere e di capire a fondo l’intelligenza e la bellezza dei delfini.

Il delfinario dispone di cinque piscine che ospitano circa 30 delfini, una piscina generale e 4 piscine ausiliarie per scopi specifici come la riproduzione, l’addestramento o le cure mediche di cui questi animali hanno bisogno. Ogni giorno vengono organizzate esibizioni di delfini, consultate all’ingresso l’orario degli spettacoli, muovetevi con un certo anticipo se vi volete garantire un posto a sedere. 

Come arrivare e dove parcheggiare all’Oceanogràfic di Valencia

Ci sono diverse opzioni per raggiungere il parco oceanografico di Valencia. Il primo mezzo che ti consigliamo se ti piace fare sport e vuoi contribuire a ridurre le emissioni di CO2 è la bicicletta. La città di Valencia ha una vasta rete di piste ciclabili in tutta la città. Se ti piace questa opzione, puoi noleggiarla in una qualsiasi delle stazioni che troverai in giro.

Museo oceanografico Valencia: le alternative

Un altro mezzo di trasporto che vi suggeriamo è la classica metropolitana. Se decidi di utilizzarla, dovrai scendere alla stazione Alameda. Da metà 2022 c’è un altra fermata più vicina, quella della linea 10, fermata chiamata proprio “Oceanogràfic”. La línea 10 è stata inaugurata pochi mesi fa, a fine maggio.

Volendo si può anche arrivare in auto, noi non pensiamo che sia la scelta migliore visto gli ottimi servizi di trasporto pubblici che ci permettono di muoverci all’interno della città di Valencia. Lasciate la macchina al parcheggio. Presentando il biglietto Oceanogràfic godrai della “flat rate” a 7€/giorno.

Oceanografico Valencia: considerazioni finali

Abbiamo provato ad essere esaustivi, sicuramente avremo dimenticato tante cose nel raccontare uno degli acquari più grandi del mondo, tanti dettagli, forse proprio per questo la visita all’oceanario di Valencia è consigliata. Qui si rende omaggio a un tesoro marino così bello, che nasconde una ricchezza grande e unica nel suo genere. Nel vostro tour nella capitale della Comunità Valenciana segnate con un bell’evidenziatore giallo una giornata da dedicare al museo oceanografico più famoso del mondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti