Etretat Francia. Tra le scogliere e le falesie della Normandia

Etretat è un paesaggio naturale unico con le sue enormi scogliere calcaree, le più impressionanti della costa francese! Ogni anno, più di un milione di turisti visita questo piccolo comune francese per percorrere i sentieri tortuosi che collegano la spiaggia alle verdi colline circostanti.

La città di pescatori di Étretat in Francia si trova nel dipartimento della Senna Marittima, che a sua volta appartiene alla regione della Normandia. In estate è una meta particolarmente apprezzata, per la sua spiagge di ciottoli bianchi con viste privilegiate ed invidiabili.

Etretat Francia Normandia: breve storia

I resti archeologici rinvenuti a Étretat suggeriscono la presenza umana in questa regione sin dalla preistoria. Tuttavia, i primi reperti e rovine più significativi risalgono all’antichità romana, quando un piccolo insediamento romano fu edificato lungo sulla scogliera di Amont.

Come gran parte della Francia settentrionale, l’area in cui si trova ora Étretat fu colonizzata dal X secolo in poi dai Normanni, un popolo germanico discendente direttamente dai Vichinghi scandinavi, e che finirono per prendere possesso dell’intera regione francese.

Non si sa come sia nato il nome Étretat, una tra le poche cose certe che negli anni ha avuto conferma è che avvenne tra il XIV e il XV secolo. Secondo gli storici, potrebbe essere stato un’evoluzione di un termine latino o nordico. In precedenza, il villaggio venne battezzato nel 2° secolo con l’appellativo di Saint-Sauveur e i seguito cambiò nome in La Roche.

Dopo secoli di sussistenza quasi esclusivamente di pesca marittima, Étretat ha guadagnato fama internazionale nel XIX e XX secolo, quando artisti come Charles-François Daubigny, Gustave Courbet, Eugène Boudin e Claude Monet hanno usato la zona come base per dozzine di dipinti. Ma non solo visto che scrittori come Victor Hugo e Flaubert, il compositore Offenbach ed il padre del famoso ladro Arsenio Lupin, Maurice Leblanc il protagonista di numerosi romanzi che uscirono dalla sua penna, soggiornarono a Etretat in Francia.

Visitare Étretat

Prima di tutto, è importante notare che Étretat è una destinazione popolare soprattutto per i parigini durante le vacanze estive. In altre parole, se stai pensando di visitare la città in questo periodo dell’anno, preparati ai prezzi maggiorati specie per gli alloggi.

Etretat Normandia come arrivare

Ci sono innumerevoli modi per arrivare a Étretat da Parigi, sia che tu decida di esplorare la città con una gita di un giorno o un weekend fuori porta. Noi abbiamo viaggiato in auto sulla A13, poi sulla A131 Rouen/Caen (uscita Pont de Tancarville) e infine sulla D39. ⁣⁣È il modo più comodo e veloce, ci abbiamo impiegato un paio di ore abbondanti per fare circa 215 km.

Se preferisci viaggiare con i mezzi pubblici, Flixbus offre autobus diretti da Parigi a Étretat, ma questo servizio è stagionale. L’opzione per il resto dell’anno è lasciare Parigi La Défense in direzione Le Havre (2h20) e poi prendere l’autobus 24 per Étretat (1h05).⁣⁣

C’è anche un treno diretto da Gare Saint-Lazare (a Parigi) a Le Havre (2h15), dopodiché devi prendere l’autobus 24. Puoi anche viaggiare da Gare Saint-Lazare a Rouen Rive Droite (1h30), cambiare treno per Bréauté -Beuzeville (40 minuti) e poi prendere l’autobus 17 per Étretat (30 minuti).

Etretat cosa vedere

Le spiagge di Etretat

La spiaggia di Étretat (in francese Plage d’Étretat) è solitamente la prima tappa per i viaggiatori appena arrivati ​​in città. Qui puoi passeggiare lungo l’enorme diga vicino alla spiaggia – la Promenade d’Étretat – e contemplare una serie di barche da pesca arenate, testimonianza di chi vive ancora oggi di mare.

Se, da un lato, la zona sud della spiaggia (vicino all’Aval Cliff) ha meno turisti e più pescatori, dall’altro, l’area nord (vicino all’Amont Cliff) è ricca di hotel, caffè, bar, ristoranti e negozi di souvenir. E coloro che amano gli sport acquatici troveranno anche attività come il canottaggio, la vela e il kayak.

Falesie Normandia

Falesia d’Aval

La scogliera di Aval (in francese, Falaise d’Aval) è la cartolina più famosa di Étretat. A proposito, lo sapevate che questa costa lunga 140 km si chiama Costa d’Alabastro (in francese Côte d’Albâtre)? Il nome deriva proprio dal colore chiaro delle gigantesche scogliere calcaree, risalenti all’epoca dei dinosauri! Le scogliere di Etretat sono proprio uniche nel suo genere!

etretat normandia
Etretat normandia

Lungo la falesia d’Aval, si può vedere chiaramente gli effetti dell’erosione costiera sul suo arco, soprannominato Porte d’Aval. Non perdete l’occasione di andare nella vicina Aiguille d’Étretat, dove poter vedere un “ago” alto 51 metri che si è rotto al largo della costa. Le falesie di Etretat ne hanno viste in questi milioni di anni di storia!

Francia Etretat: Cappella di Notre Dame de la Garde

La Cappella di Nostra Signora della Guardia (in francese Chapelle Notre-Dame-de-la-Garde) fu costruita tra il 1854 e il 1856, in stile neogotico. La sua navata a forma di scafo, così come i suoi doccioni che imitano teste di pesce, fanno riferimento a un luogo di culto frequentato principalmente da marinai e pescatori.

Durante la seconda guerra mondiale, la Germania nazista invase e occupò gran parte della Francia, compresa tutta la Normandia. Come molti altri edifici, la piccola cappella non sopravvisse al conflitto e fu rasa al suolo nel 1942. Quando fu ricostruita nel 1950, ricevette il nome attuale e una nuova benedizione dall’allora arcivescovo di Rouen.

scogliere normandia

Falesia d’Amont

Se continuate la vostra escursione oltre la Chapelle Notre-Dame de la Garde, vi troverete di fronte alla scogliera di Amont (in francese, Falaise d’Amont), un monumento naturale, che fino a poco tempo fa era chiamata con l’appellativo di Falaise du Blanc.

La Falesia d’Amont è stata raccontata dallo scrittore e poeta francese Guy de Maupassant nel suo romanzo del 1883 “Une Vie”. In questo libro, l’artista paragona l’arco di questa scogliera (o Arche d’Amont) a un elefante che immerge la proboscide in mare.

normandia scogliere
normandia scogliere

Giardini di Etretat

Se decidete di tornare verso la Cappella di Nostra Signora della Guardia, potete visitare i Giardini di Étretat (in francese, Jardins d’Étretat). Questo giardino neo-futuristico con splendida vista sul mare è stato inaugurato nel 2017 ed è composto da sette parti distinte, dichiarato patrimonio dell’Unesco.

I Giardini Étretat sono aperti tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00.

Jardin d’Etretat costo biglietto:

Prezzo per Adulto€ 10,50
Prezzo per persone in età (2-18)€ 7,20
Prezzo per bambini di età inferiore ai 2 anniGratis

La prenotazione anticipata non è obbligatoria.

Normandia Etretat
giardini di Etretat

Museo del Patrimonio di Étretat

L’Etretat Heritage Museum (in francese, Musée du patrimoine d’Étretat) si trova a pochi passi dai Jardins d’Étretat e proprio di fronte al Monumento “l’Oiseau Blanc” – Nungesser et Coli (monumento in memoria del aereo omonimo e ai due piloti francesi, scomparsi senza lasciare traccia l’8 maggio 1927).

In questo museo, abbiamo avuto il piacere di conoscere la storia di Étretat, con particolare attenzione all’impatto che la seconda guerra mondiale ha avuto sulla piccola città di pescatori. All’interno non dimenticatevi di visitare la sala espositiva dedicata agli aviatori Charles Nungesser e François Coli.

L’Etretat Heritage Museum ha orari di apertura molto ridotti: dalle 14:30 alle 18 (tra aprile e maggio), oppure dalle 10:30 alle 12:30 e dalle 15:00 alle 18:00 (da metà giugno a metà Settembre). Il biglietto costa 3€, ma l’ingresso è gratuito per i minori di 14 anni.

etretat normandia
etretat france

Etretat Francia conclusioni

Siamo giunti al termine di questa breve permanenza in quel di Etretat. Come avete facilmente capito la Normandia è una regione francese ricca di tradizioni, cultura ed assai affascinante. Questa piccola città è la sede ideale per far partire nel migliore dei modi un viaggio spettacolare nella natura. I suoi punti di forza sono gli scenari che questa può regalare con le sue scogliere ed il mare che sbatte con forza sulle falesie. Con occhio attento, ci sediamo ad ascoltare il mare..

Check Also

zone metro parigi

Zone Metro Parigi e della Rer – Linee e biglietti

Cosa sapere sulle zone della metro di Parigi e della ReR Il modo migliore per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti

Custom Login can't find the autoload file, plugin is currently NOT ACTIVE.