Privacy Policy Ville Venete da visitare - Itinerari turistici
Home / Viaggi in Italia con bambini / Veneto / Ville Venete da visitare – Itinerari turistici

Ville Venete da visitare – Itinerari turistici

Ville Venete Treviso | Villa Passi

Sono oltre cinquemila, molte delle quali perfettamente conservate all’interno della Venezia Euganea. Se non lo avete ancora capito stiamo parlando della tipica Villa Veneta, struttura carica di storia e da caratteristiche uniche nel suo genere. Nel momento in cui si parla di Ville Venete, si deve aprire un discorso molto ampio che va ad interessare anche alcuni contesti politico-sociologici che si fanno strada nel cuore della Serenissima, la città di Venezia.

ville venete da visitare
Esterno della Villa

La Villa Veneta ha segnato la storia in questa zona, un tessuto che dal Garda sino all’Isonzo vede censite almeno una villa per ogni comune. Questo fenomeno delle ville, piazzate ovunque sul territorio, arriva dalla storia, una facile intuizione ci farebbe pensare ad una semplice esigenza dei ricchi dell’epoca di fare delle feste in campagna, di fare delle vacanze.

In realtà, tutto nasce da un’esigenza precisa, Venezia durante il periodo della scoperta dell’America si trova geograficamente in una posizione sfavorevole, a disagio rispetto agli altri paesi dell’Europa.

Tutto il mondo va verso il nuovo mondo.

ville venete
ville venete

Ville Venete | la voglia di un nuovo inizio

Venezia si trova lontana dagli scambi commerciali, non ha amici per porre le sue basi, anche sulle coste dell’Atlantico, nonostante tutto, pensa che la terra ferma sia e sarà il fulcro dove creare la sua ricchezza.

Secondo il loro modo di ragionare e di pensare si sentiva la necessità di trovare nuove strade, fu grazie all’intuito di Alvise Cornaro che si aprirono nuovi fronti, difatti egli convinse la repubblica di Venezia a bonificare e di rendere fertili quei terreni strappandoli alle paludi.

I risultati ottenuti spinsero tantissime persone a investire, da lì la nascita di numerose Ville Venete con in testa un comune obiettivo: la Santa Agricoltura, tecnica che permise a tutti di avere abbastanza cibo per sfamare loro e le famiglie che vivevano nelle zone circostanti.

Questa visione del mondo è un nuovo modo di ragionare. Le ville diventano un punto di riferimento, una struttura di pace: non un castello arroccato, non ci sono muri di difesa, è aperta al mondo.

Ville Palladiane
Ville Palladiane

Ville venete visitabili |Il timpano Palladiano

Il timpano triangolare che prima era un elemento all’ingresso della Villa, viene trasportato dal Palladio, messo al di sopra della casa, come sommità. Le cosiddette Ville Palladiane o anche come le chiama qualcuno Ville del Palladio, diventano un simbolo di pace, un luogo dove al suo interno è possibile trovare delle merci preziose.

L’introduzione del fondaco spinge ancora di più il mercato in questa direzione: magazzino di merci che vengono impiantati nel Mediterraneo diventano delle enclavi straniere in Veneto dove in accordo con il governo proprietario si possono commercializzare le merci. Abbiamo un piccola ambasciata in terra straniera.

Fondaco di struttura architettonica, simile ai magazzini delle merci romane, con peculiarità simili alle ville romane di campagna (esempio calzante quella di Pompei), diventa luogo ideale per sviluppare questo tipo di commercio.

Venezia, con la sua visione del mondo completamente diversa da tutte le altre è anomala: agli occhi di molti diventa pericolosa. Diventa quasi necessario un allontanamento dalle acque dopo che per lunghi periodi l’acqua ed il mare erano stati gli elementi dominanti. Si abbandona le vie strette fatte di calli, andando alla ricerca della terraferma, di campagna.

La venezianità, il commercio assumono una nuova dimensione.

Ville Venete da Visitare | Villa Tiepolo Passi

La Villa Tiepolo Passi, è un magnifico esempio di Villa Veneta post-palladiana in stile Barocco Veneziano, si trova alle porte di Treviso. La Villa risale agli inizi del ‘600, ma raggiunge le dimensioni attuali un secolo dopo ad opera di Ermolao Tiepolo, procuratore di San Marco e senatore della Repubblica di Venezia.

Nell’800 la Villa, arricchita e impreziosita nel corso dei secoli da artisti di fama, passa ai Conti Passi de Preposulo, antica, illustre famiglia di origine bergamasca, che tuttora vi abita.

Si notano due busti: Democrito ed Eraclito. Nei giorni del solstizio d’estate (21 giugno) e d’inverno (21 dicembre), la seicentesca Villa Tiepolo Passi si trasforma in un grande orologio solare. Le antiche statue di Democrito (filosofo che ride) ed Eraclito (filosofo che piange) guardano il sole che nasce e tramonta, scandendo le stagioni agrarie.

ville venete sul brenta
Democrito

Il portego di Villa Tiepolo Passi si apre sulla direttrice adriatico Dolomiti. Infatti, a nord, guarda le valli di Ampezzo, a sud invece, se tracciamo una linea immaginaria attraverso il giardino si arriva direttamente a Venezia, a quella che attualmente è la Stazione di Santa Lucia.

ville venete treviso
Le direttrici della Villa

Ad oggi, oltre ad essere un luogo di soggiorno è anche un’azienda agricola, magari da usare come base per esplorare la zona circostante, le ville del Brenta regalano qualcosa di speciale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti