Privacy Policy
Home / Viaggi / La Masseria Puglia | Vivere la tradizione rurale nel Salento

La Masseria Puglia | Vivere la tradizione rurale nel Salento

Cosa è la masseria ? Dolce vita in Puglia

Sino a quando non arrivai di fronte a quella porta, il concetto che avevo di masseria era abbastanza confuso. Non avevo mai avuto il piacere di soggiornarvi, di assaporare quell’odore di campagna, di vivere una vacanza in maniera così diversa. Ma alla domanda “cosa è la masseria” ero incerto sulla risposta. Nel Salento sono molto diffuse e si possono trovare in un numero abbastanza ampio. In molti magari anche sbagliando puntano immediatamente la propria attenzione su agriturismo puglia, invece se fate una ricerca su masserie puglia verrete colpiti da una miriade di siti che parlano di masseria.

la masseria

Ma alla fine che cosa è ? 

Masseria significato: non sono altro che edifici importanti della zona che includevano al suo interno oltre alla dimora del proprietario, tutti gli alloggi, le stalle, gli spazi dove venivano conservati al meglio i raccolti. Le masserie in Puglia sono sinonimo di estate, di pizzica, di divertimento, di tradizione.

Masserie Salento è un binomio perfetto visto che nella zona è impossibile non imbattersi. La Puglia è sinonimo di mare, di colori, di sapori, quando ci si sposta dalle rive, dalla sua sabbia dorata, alla campagna ecco che traspare un altro bellissimo tesoro per molti nascosto e non apprezzato nella sua interezza. La masseria in puglia con il suo tipico stile, con le sue facciate bianche esprime tutto il fascino del tempo trascorso, di qualche secolo fa. Oggi si sono trasformate , hanno messo via i panni dell’antico passato e si sono convertite: dal classico b&b, al ristorante sino a giungere a relais per matrimoni. La masseria pugliese oggi ha assunto proprio un altro abito, anche se ha conservato al suo interno tutta la sua storia.

E le Masserie nel Salento oggi stanno facendo proprio questo.Ed è proprio nelle campagne che è da ricercare ciò che fa conoscere l’essere salentino, cosa vuol dire essere amante del territorio, conservando la tradizione ma fondendola con la modernità

Da sottolineare che le masserie sono le antiche dimore dei contadini e quindi si trovano solo ed esclusivamente nell’entroterra. Per intendersi non troveremo mai una masseria sul mare. Magari vicino, ma non sul mare.

E proprio sul mare, anzi sui mari per la precisione, si affaccia Santa Maria di Leuca, quel luogo che gli antichi chiamavano ” de finibus terrae” ossia la fine della terra. Infatti ci troviamo sul punto più estremo del tacco d’Italia, il luogo in cui la tradizione vuole che San Pietro, reduce dall’Oriente, abbia iniziato la sua predicazione in Italia e che lo trovò talmente bello da denominarlo anticamera del Paradiso. Davanti al santuario si affaccia uno dei fari più importanti d’Italia dal quale si può ammirare sia l’infinità del mare che la meraviglia della campagna salentina.

Masseria Palane:

A pochi chilometri da Santa Maria di Leuca sorge Masseria Palane: è un’antica dimora perfettamente ristrutturata seguendo i canoni dell’architettura e della tradizione locale.

Le proprietarie (tre splendide donne friulane innamorate a tal punto della terra salentina da fare il grande salto e trasferirsi definitivamente) hanno mantenuto gli originari elementi distintivi della zona come i muri a secco, tinta a calce bianca, cisterne per la raccolta dell’acqua piovana e caratteristiche volte a stella, unendole e fondendole alla perfezione con tutti i confort moderni quali aria condizionata, televisori a schermo piatto, frigobar e wi-fi all’interno delle stanze.

Non da meno una bella piscina di acqua salata (quindi adatta a tutti anche ai bimbi piccoli o a quelle persone che hanno problemi di pelle) con patio coperto e sdraio per rilassarsi nel giardino mediterraneo,  inondato dai profumi delle erbe aromatiche e dal continuo ronzare degli insetti

All’esterno la masseria è circondata da campi di olivi secolari e lecci, il traffico è rappresentato prevalentemente dal gregge di capre che vanno al pascolo o tornano all’ovile la sera accompagnate dal pastore, tutto questo a pochi chilometri da Santa maria di Leuca e dalle magnifiche Maldive del Salento.

Ma il tratto distintivo di questa masseria, quello che fa incantare e definitivamente innamorare di questa terra delle sue tradizioni e della sua cultura, è la possibilità di diventare parte di queste. Infatti, mettendosi preventivamente d’accordo con Linda e Roberta (le proprietarie) c’è la possibilità di partecipare, ad esempio, ad una cooking lesson di pasta fresca pugliese tenute da “esperte” che insegneranno tutti i loro segreti, oppure a lezioni di pizzica e taranta ( i famosi e tipici balli locali) tenute nel cortile interno della Masseria Palane da ballerini della zona. Per chi invece, dopo la magnifica colazione ricca di torte fatte in casa, marmellate derivate dal raccolto degli alberi da frutta dei contadini della zona, frutta fresca, yogurt e ogni tipo di prelibatezze, non ha nessuna voglia di mettersi a ballare o a cucinare c’è la possibilità di organizzare lezioni di yoga a bordo piscina.

Altra parola d’ordine di questa zona è l’ospitalità e durante una vacanza in masseria non si potrà non percepirla: quella ospitalità inclusiva, completamente esente dalla formalità di un concierge che ti consegna semplicemente le chiavi della camera e ti fa portare i bagagli, oppure quella derivante da un semplice “campeggi salento“, in masseria tutto è diverso. I sorrisi e l’accoglienza sono calorosi, esattamente come il sole che risplende nei cieli pugliesi, per larga parte dell’anno.

La Masseria Pagani:

E parlando di ospitalità di cortesia e di accoglienza, non possiamo non citare la Masseria Pagani. Se la Masseria Palane è un antico casale ristrutturato la Masseria Pagani invece rappresenta una realtà abitativa e produttiva risalente al XVI secolo. La Masseria Pagani aveva una estensione originaria di circa 120 ettari nei quali troviamo ancora oggi corti, giardini, una chiesetta, il forno, il palmeto (dove anticamente si trovavano grandi vasche scavate nella pietra per pigiare l’uva) e ancora il frutteto e l’orto, due piscine con acqua salata (una per i bambini e l’altra per gli adulti) e un bellissimo agrumeto. In questo contesto bellissimo, oasi di relax e di pace a due passi dal centro della cittadina barocca di Nardò, troviamo 12 fra camere e suites, li dove prima i fattori riposavano al riparo dalla calura estiva.

Tutte con volte a stella o a botte, dotate di ogni comfort sia dal punto di vista degli arredi che dei complementi, alcune dotate anche di angolo cottura per dar modo agli ospiti di poter scegliere se consumare i pasti all’interno per continuare a godere della pace e del silenzio della masseria oppure uscire alla ricerca di un luogo sfizioso o caratteristico dove assaporare i piatti tipici della zona. In ogni caso gli ospiti ogni mattina possono godere di una colazione “sontuosa”, nella quale la fanno da padrone i magnifici dolci preparati da Simona, la padrona di casa.

Per la sua struttura questa masseria viene spesso scelta anche come location di eventi come matrimoni o diciottesimi compleanni ma non dobbiamo dimenticare che durante la seconda guerra mondiale la Masseria Pagani (come altre strutture  a Nardò Santa Caterina e Santa Maria al Bagno) ha offerto rifugio a migliaia di ebrei che scappavano dalle deportazioni fasciste di massa

In definitiva se si vuol godere appieno una vacanza in Salento non si può non soggiornare almeno un paio di giorni in quelle che rappresentano al meglio l’essere Pugliese in tutti suoi aspetti magari mangiando in uno dei tanti ristoranti in zona, per non ricadere sempre nel solito hotel in Puglia, forse un po’ troppo snob di una milanese via montenapoleone  !

2 comments

  1. Ecco le masserie sono un piccolo rimpianto di quando sono venuto in Puglia. Sono stato due giorni nel barese e avrei potuto vederne una e magari dormirci, ma non ce l’ho fatta coi tempi.
    Peccato, ma ne approfitterò quando in futuro visiterò il Salento, magari prendendo spunto dai tuoi consigli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti