Privacy Policy
Home / Viaggi / Carnevale di Venezia |Maschere Veneziane

Carnevale di Venezia |Maschere Veneziane

Carnevale di Venezia | A bordo del treno storico

Mamma, quando è carnevale ? Alla fatidica domanda la risposta l’abbiamo data dopo aver consultato il calendario. Carnevale o il Carnival come dicono gli inglesi è un evento che tutti i bambini sognano anno dopo anno. Travestirsi in maschera, indossare le vesti di un personaggio. Quest’anno per noi Carnevale ha fatto rima con Venezia, Venezia bambini sono un binomio perfetto. Quelle bellissime dame vestite in maschera sono il valore aggiunto per chi vuol vivere un evento così magico e particolare. La cosa bella non era soltanto di andare al Carnevale di Venezia, ma anche e soprattutto andarci a bordo di un treno storico.

Carnevale di Venezia treno

Arrivati di buon ora, avevamo appena lasciato l’albergo a Milano che era già tempo di montare sul treno per Venezia. Non era una domenica come le altre, visto che siamo saliti su questo treno elettrico con carrozze e locomotore degli Anni ’50. Siamo arrivati sino a Milano per raggiungere uno dei carnevali più belli e famosi del mondo cercando di viverlo nel migliore dei modi. Il viaggio è abbastanza lungo, sono necessarie circa quattro ore, per giungere nella città veneta. Approfittiamo per fare amicizia con le persone che sono salite a bordo e che condividono con noi lo stesso scompartimento. La cosa particolare è che si sale sul treno mascherati già pronti per entrare nel clima carnevalesco che solo la città di Venezia, la Venezia per bambini può offrire. Proprio quella maschera cambia, ti cambia.

E’ pur sempre un momento di massimo abbandono, di libertà, una sorta di terra di mezzo, un territorio neutro in cui lasciare nel cassetto per una sera la maschera che indossiamo tutti i giorni. Quel viso, magari anche corrugato da mille pensieri, diventa altro, non più anonimo e mai del tutto sincero che si propone al mondo per nascondere fragilità che temiamo possano diventare sagome da colpire, bensì un caleidoscopio di colori, qualcosa di diverso che scava nel profondo di ogni persona. Senza dimenticare che ogni giorno il confine tra reale e virtuale è sempre più strisciante, per mascherarsi sempre di più dietro ad una manciata di Like, dalla personalità vincente !

Alle 11 circa eravamo già arrivati nel cuore della laguna, l’ultima volta era stata Venezia 2016 in estate, questa volta in treno che aveva sferragliato lentamente percorrendo lungamente le rotaie che separano la città meneghina dal capoluogo veneto. Il tempo di uscire dalla stazione, che veniamo accolti da decine di persone vestite in maschera, eravamo a Venezia all’interno di quell’ambiente così frizzante ! Con lo sguardo vediamo decine di maschere del passato che ti fanno avvicinare con il pensiero a quella Venezia spiegata ai bambini, un vero e proprio spettacolo !

Carnevale Venezia

Da quel momento siamo liberi di girare per la Serenissima. Sei libero di girare in maschera per la città conosciuta con il nome di Serenissima e di partecipare ai numerosi eventi che si svolgono in città in occasione del carnevale. Veniamo sommersi dal fiume di gente, giriamo tra le numerose calle, ci muoviamo con un pochetto di difficoltà ma la felicità dei bambini rende impagabile la giornata. Da sempre il Carnevale è un territorio inesplorato, il Carnevale di Venezia è una sorta luogo dove la libertà e la spensieratezza la fanno da padrone, giorni di pura follia in cui ogni persona, proprio in quei giorni esprime la propria personalità, attraverso un travestimento, una maschera, interpretando qualcuno, che potrebbe essere anche lontano anni luce dalla sua persona, ma che cova dentro di se e si palesa tanto da spaventare ma allo stesso tempo attrarre !

Venezia per bambini | Vestirsi Carnevale

Oggi il Carnevale va visto da un punto di vista leggermente diverso, da una prospettiva nuova. Se nel passato quella maschera era l’unico modo per uscire dagli schemi, una sorta di atto liberatorio consentito, oggi la possibilità di esprimere se stessi e la propria personalità attraverso un abito è la regola, è diventato uno status quo. Giovani che si raccontano attraverso il loro modo di vestire, alcuni semplicemente con un paio di pantaloni strappati, altri con un taglio di capelli che a molti può sembrare improbabile, siamo di fronte ad una maschera che è stata gettata, tuttavia anche se esistono ancora sacche di perbenismo e di antichi pregiudizi l’abito ed il monaco sono oramai concetti che appartengono ad un mondo lontano. Proprio per questo motivo, vestirsi in maschera durante il Carnevale non è più quel rito obbligato per chi “semel in anno licet insanire“.

Forse non tutti sanno che a Venezia è consuetudine salutare con: “buonasera signora maschera” che va ad indicare che poco importa chi ci sia sotto a quel tabarro, non importa il sesso, il livello sociale, l’età, per quel giorno sarai solo quello che hai scelto di essere. Le barriere cadono come una bolla trasparente di irrealtà, si guardano e si riconoscono senza mai essersi conosciuti sino a quel momento. Proprio quella voglia di partecipare a quella specie di flash mob collettivo spontaneo ed eterno, dove si sorride ad una telecamera di uno sconosciuto, dove in un giorno qualunque avremmo chiesto di non violare la nostra privacy.

Il carnevale veneziano ha un fascino unico, Oscar Wilde diceva: “Ogni uomo mente, ma dategli una maschera e vi dirà la verità”

Il Carnevale a Venezia è magico, unico, affascinante… c’è veramente un sacco di gente in giro. Noi sconsigliamo vivamente l’uso del passeggino perché vi accorgerete ben presto che è molto difficile muoversi lungo le calle. Vengono addirittura istituiti sensi unici per i pedoni ! Tuttavia, con qualche accorgimento, si riesce a godere dello spettacolo. Sappiate che per muovervi è fortemente consigliato l’uso dei piedi, al limite valutate il vaporetto se volete accelerare la vostra passeggiata.

Carnevale di Venezia Volo dell’Aquila

Se venite al Carnevale di Venezia cercate di non perdervi probabilmente l’evento clou, il più importante per tutti gli appassionati che si tiene come tutti gli anni in Piazza San Marco a partire dalle ore 11: il Volo dell’Aquila che negli anni passati ha visto protagonisti atleti olimpici quali Carolina Kostner e Giusy Versace mentre la scorsa edizione ha visto calare
Renzo Rosso dal campanile di San Marco.

La giornata vola, le maschere veneziane passano davanti una dietro l’altra, le ore scorrono veloci il rientro a bordo del treno vintage è previsto alle 16.55 con arrivo a Milano alle 20.20. Se volete trovare meno gente potete evitare il fine settimana, ma gli eventi principali del Carnevale di Venezia sono nei giorni di maggior afflusso.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti