Privacy Policy Acqua alta Venezia: cosa cambia con il Mose

Acqua alta Venezia: cosa cambia con il Mose

Acqua alta Venezia – fine di un incubo ?

Acqua alta Venezia. Alle 22,40 del 12 Novembre 2019 l’acqua alta a Venezia ha raggiunto un’altezza di 187 centimetri allagando tutto quello che si trovava sotto quel livello. Case, negozi, ristoranti e hotel, dal più modesto a quello super stellato come il Gritti Palace. Il palazzo sul Canal Grande risale al ‘500 ed è un albergo del 1895. Venezia acqua alta sino ad adesso sono stati un binomio indissolubile.

Di acqua alta la città lagunare, ne ha vista parecchia nel corso dei secoli (compresa quella da record del 1966 che raggiunse i 194 centimetri), ma l’intensificarsi di eventi climatici estremi mostra ancora una volta la fragilità di Venezia e delle altre isole lagunari. 

La basilica di San Marco ha subito solo allagamenti (di cui si ha certezza scritta) negli ultimi 1200 anni, ma, ben quattro negli ultimi venti anni. Agli occhi di molti sembrava spacciata bel breve medio termine. Se da un lato la sua precarietà è però parte del suo fascino, che da secoli attira milioni di visitatori da tutto il mondo, che calpestandone calli e piccole piazzette la rendono ogni volta sempre più fragile, ma anche sempre più ricca e pezzo pregiato se non unico nel suo genere.

Acqua alta Venezia

Una storia che pare abbia trovato una fine, probabilmente non assisteremo più alle immagini dove le sirene d’allarme ci avvisavano dell’arrivo dell’acqua alta. Tutto questo grazie all’introduzione del Mose.

Alta marea Venezia: Mose come funziona

Sembra strano ma vero, ma oramai sono già un paio le occasioni dove abbiamo visto all’opera ingegneristica conosciuta con il nome di Mose. Non si tratta altro che di dighe mobili che separano la laguna dal mare. In caso di acqua alta, impianti costruiti a regola d’arte si attiveranno, aprendo i cassoni e facendo uscire queste barriere che impediranno l’ingresso del mare all’interno della città lagunare. Tutto ciò rimane in esercizio sino a quando il livello sino a quando non avremo un calo della marea, a quel punto anche le paratie si abbasseranno rientrando nuovamente all’interno dei cassoni inabissandosi in fondo al mare sino alla prossima necessità. Si scende a 19 metri sotto il livello del mare, dove queste paratie

Voi cosa ne pensate di questa soluzione ? La città più romantica del mondo, non ci ha offerto uno spettacolo alla Fenice di uno sdolcinato Goldoni, semplicemente la messa in opera di un progetto che è stato frutto di tante polemiche, indagini della magistratura e tanto altro, ma oggi a distanza di tanto tempo ha risolto il problema dell’acqua alta a Venezia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social Share Buttons and Icons powered by Ultimatelysocial
Vai alla barra degli strumenti