Privacy Policy
Home / Viaggi / Castel del monte Andria | Mistero della fortezza ottagonale

Castel del monte Andria | Mistero della fortezza ottagonale

Castel del monte Puglia | il castello ottagonale

Il castello di Castel del monte è una delle più belle attrazioni della regione Puglia. Patrimonio mondiale dell’Unesco dal 1996, ha nel numero 8 una sua caratteristica peculiare. Lo avevamo letto sui libri di storia, visto su alcuni programmi TV che ce lo avevano fatto apprezzare al meglio ma volevamo vederlo di persona per convincerci personalmente dell’effetto che regala questo luogo. Dopo tutto, era la classica gita in giornata perfetta, un misto di Km spalmati tra autostrada e strada statale, ad un paio di ore di viaggio dalla nostra residenza pugliese. Una rapida consultazione all’App meteo castel del monte per avere la certezza che non ci arrivasse qualche brutta sorpresa e via si parte !

castello puglia
www.bisceglie24.it

Castel del monte come arrivare:

Questo maniero non è l’unico castello in Puglia, anche se è sicuramente il più affascinante e ricco di mistero. Si trova nel parco Nazionale dell’Alta Murgia, a poco più di 50 Km da Bari a circa 500 metri sul livello del mare su un piccolo altipiano che domina il territorio. Facilmente segnalato lungo tutto il tragitto, ci si avvicina attraverso un paesaggio brullo inizialmente poi collinare.. Curioso il cartello che si trova all’inizio dell’ultima tratta che porta in vetta dove viene suggerito l’uso delle catene in inverno. Non riusciamo a immaginare il castello sommerso da una coltre bianca. Grazie alla sua posizione dominante sopra alla collina, lo avevamo già apprezzato da lontano: l’immagine diventava sempre più chiara con l’incedere dei Km sotto la nostra vettura, fino a quando non è stato nuovamente inghiottito dalla pineta e scomparso dal nostro campo visivo.

Si monta sulla navetta:

L’arrivo è in navetta, il comune di Castel del Monte ha organizzato ampi parcheggio dove poter lasciare la propria vettura, si deve lasciare la macchina a qualche Km di distanza dal castello. Qualche utile consiglio del simpatico cassiere che ci illustra dove poter lasciare la nostra bollente macchina scaldata dal fortissimo sole che batteva sulla zona. Prendiamo un attimo respiro all’ombra degli ulivi, un veloce caffè e via si parte al modico costo di 1 Euro che vanno ad aggiungersi ai 5 del parcheggio (forse un pochetto eccessivo ??) su un potente bus che sale con rapidità le ultime rampe che portano al castello.

Al nostro rientro possiamo affermare che è assolutamente condivisibile ed apprezzabile la scelta di far parcheggiare le auto ad una certa distanza dal castello così da evitare l’ammassarsi delle auto nelle ultime tratte della salita che porta al maniero. Il servizio navetta tra il parcheggio ed il castello nonostante l’afflusso di gente si rivela ben organizzato con corse frequenti.

Entriamo muniti di audio-guida, la scelta si rivela azzeccata perché gli interni sono completamente spogli e si rischia di camminare in stanzoni vuoti con relativa delusione. Il sito archeologico si rivela di grande interesse, restaurato e mantenuto con grande cura. Il passeggino non è consigliato perché ci sono numerose rampe di scale che rendono difficoltoso il tragitto con la carrozzina. Se potete muovetevi nel maniero con la fascia oppure se il bimbo è abbastanza grande facendolo camminare in maniera indipendente !

Castel del monte orari:

Sabato 10:15–19:45
Domenica 10:15–19:45
Lunediì 10:15–19:45
Martedì 10:15–19:45
Mercoledì 10:15–19:45
Giovedì 10:15–19:45
Venerdì 10:15–19:45

Castel del monte prezzi:

Prezzo per persona € 7,00
Prezzo per i minori di 18 anni Gratuito
Prezzo dai 18 ai 25 anni € 3,50

Castel del monte storia:

La storia del castello è molto lunga, si narra che la nascita si possa collocare ufficialmente nel 1240, quando Federico II diede inizio ai lavori anche se alcuni studiosi in materia affermano che dietro la creazione del progetto ci fu Riccardo da Lentini. La fortezza sin dall’inizio fu sempre nominata con l’appellativo di “Castello di Santa Maria del Monte”, soltanto qualche anno dopo grazie al Re Ferdinando d’Aragona assunse il nome di “Castel del Monte”.

Durante gli anni, ha cambiato più volte modalità di uso passando da carcere, a panetteria con mulino ed un forno sino al 1996 quando l’UNESCO lo ha inserito come patrimonio dell’umanità con la sigla “Castel del Monte Unesco“. Il maniero ha subito numerose contaminazioni storiche visto che è passato di mani numerose volte passando dal dominio germanico a quello italiano, con l’inframezzo degli Svevi e del popolo delle Puglie. Proprio questa eterogeneità lo rende unico a differenza di tante altre strutture figlie di identità etnocentriche ed immutate nei secoli.

Castel del monte misteri:

La sua forma ottagonale non è mai stata chiarita sino in fondo, le motivazioni non sono mai state svelate nella sua interezza, sicuramente la frase “castello ottagonale castel del monte” richiama immediatamente alla mente la fortezza di Federico II. L’edificio è a pianta ottagonale, ogni lato esterno ha una lunghezza di circa 10 metri, ogni spigolo ha una torretta ottagonale a sua volta. a cui permette la luce il cortile interno.

Castel del monte pianta:

castel del monte pianta
castel del monte pianta

Castel del monte interno:

Le stanze si dispongono su due livelli, nello stesso numero: otto al piano inferiore ed otto a quello superiore, tutte risultano essere accomunate dalla forma del trapezio e da logiche di misura simili visto che sono quasi tutte identiche. La caratteristica principale dei collegamenti era la disposizione dei collegamenti all’interno delle torri dove le scale a chiocciola disposte in senso antiorario, aveano caratteristiche del tutto opposte a quelle dell’epoca. Al momento non rimane niente ma alcuni elementi evidenti ci lasciano presagire della presenza di un ballatoio che separava e divideva i due piani.

 

Castel del monte immagini:

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti