Privacy Policy
Home / Bimbi in viaggio: racconti dal mondo / Visitare Copenaghen con bambini

Visitare Copenaghen con bambini

Copenaghen con bambini: un viaggio da fiaba

Copenaghen è una città che invita a star bene. Castelli, canali, musei, parchi, ci sono molte ragioni per visitare la capitale danese. Forse il motivo migliore è che Copenaghen ti invita semplicemente a divertirti e stare bene. Il Parco Tivoli e il canale Nyhavn sono due attrazioni magiche che si possono scoprire con facilità. Visitare Copenaghen con bambini è possibile, ci sono mille opportunità !

Copenaghen cosa vedere: primo giorno

Copenaghen con i bambini
La Sirenetta

Sveglia di buon mattino, una buona colazione, poi la partenza con in mano la Copenaghen Card, avremo l’accesso gratuito a tutti i mezzi pubblici compreso il trasporto dall’aeroporto al centro città oltre ad altre mille opportunità, si può iniziare la visita di Copenaghen con un giro in battello sui canali storici che attraversano la città.

Senza affaticarsi ci si incammina, si può partire dal canale Nyhavn, si passa fra l’altro accanto al simbolo della città: la statua della Sirenetta.

Quest’ultima dalle dimensioni modeste non vi entusiasmerà, tutt’altro.. Alta 125 cm, in bronzo, all’ingresso del porto è uno dei simboli della capitale danese. Personalmente ci saremmo immaginati ben altro.

Copenaghen con i bambini
Copenaghen con i bambini

Nyhavn è molto particolare, si potrà pranzare in uno dei tanti locali con vista sulle golette. Il quartiere dei pescatori è sicuramente un luogo molto caratteristico e vivace.

I suoi ristorantini, dal danese al più esotico, rendono coinvolgente e dispersiva le giornata nel quartiere. Sicuramente rappresenta uno dei quartieri più belli di Copenhagen, uno spettacolo colorato anche dal punto di vista architettonico.

Proprio questa pacatezza, questa tranquillità, il denominatore di questo viaggio, visitare Copenaghen con bambini sarà per voi una piacevole sorpresa !   Il centro storico è piccolo è facile spostarsi a piedi e con i passeggini e questo rende sicuramente la visita gradita alle famiglie in qualunque stagione.

Palazzo di Amalienborg:

Se riuscite prima di pranzo, aggiungete alla vostra gita anche il Palazzo di Amalienborg, cosa vedere a Copenaghen merita questa visita, fino al magnifico palazzo rococò, palazzo dove risiede la regina Danese.

Il castello si compone di 4 parti, solo una però è visitabile.

Il primo piano è molto bello e mostra le stanze reali. Il secondo piano invece lascia un po’ a desiderare visto che si possono vedere soltanto oggetti appartenuti ai reali.

Non dimenticate di arrivare prima delle 12 così si ha la possibilità di vedere il cambio della guardia. 

Il castello di Rosenborg:

Se non pensate che sia abbastanza l’abbuffata reale possiamo assaporare il castello di Rosenborg, struttura rinascimentale situata nel centro di Copenaghen.

Il castello è stupendo dentro e fuori, nella zona circostante si può ammirare una vasta zona con il fossato a ruderi equestri, pieno di pesci che zampillando nuotano alla vista dei bagnanti.

Le guardie all’ingresso sono tutte disponibili a soddisfare le domande e le richieste dei visitatori mentre alla biglietteria sono soltanto di guardia.

I decori degli interni e l’arredo di tutto il castello sono incantevoli.

Stupendo il quadro lenticolare posto in una delle pareti delle stanze del castello, raro esempio di intelligenza creativa del 1700.

Il vero fiore all’occhiello di questo castello sono i gioielli della corona, incantano al punto da riportare il visitatore indietro con la mente ad un’epoca mai vissuta, se non solamente con ricordi ancestrali di personaggi mai esistiti.

Se potete andateci d’estate quando potrete visitare anche il parco.

E’ un paradiso verde, qui come in tanti luoghi della città si svolgono festival e concerti, appuntamenti che rendono Copenaghen una delle destinazioni più vivaci e piacevoli.

Le scuderie reali:

Prima di fare rientro in albergo fate un salto alle scuderie reali al palazzo di Christiansborg: qui ci sono i cavalli della Guardia Reale e carrozze di 300 anni fa.

Il lungo peregrinare lungo le vie delle città vi avranno fatto venire un bel languorino, arriva il momento di andare a cena, come ben sapete la capitale danese è una delle città più care del mondo.

Se volete evitare il classico sandwich senza spendere cifre esose noi vi consigliamo di provare “Frikadeller”, polpette danesi con patate prezzemolate.

Davvero ottime queste palline, piccoli e gustosi bocconcini di carne di maiale. Gustatele quando son ben calde !

Il rientro in stanza è d’obbligo, domani ci aspetta un’altra giornata impegnativa !

Cosa visitare a Copenaghen: secondo giorno

Visitare Copenaghen con i bambiniSvegliarsi di buon mattino, una passeggiata lungo le strade pedonali del centro storico, prendetevi il vostro tempo per vedere qualche negozio.

Senza fretta si potrà vedere boutique, gallerie, godersi un buon caffè.

Magari preparatevi qualche buon panino perché oggi è arrivato il momento di andare al TIVOLI, uno dei parchi più antichi del mondo, nel cuore della capitale.

Cosa fare a Copenaghen con bambini: il Parco Tivoli

Tivoli è molto più di un parco dei divertimenti. È un tesoro per la storia e un paese delle meraviglie per la cultura situato proprio nel cuore di Copenaghen.

E, non ultimo, è un’attrazione rispettosa dell’ambiente! La storia vuole che questo parco sia quello in cui Walt Disney si sia lasciato ispirare per realizzare il suo impero del divertimento.

Nulla di più vero, sarà come fare un tuffo nel passato con uno sguardo al futuro. Divertimento per tutta la famiglia ed attrazioni per grandi e piccini.

Si potrà riempire la giornata dal mattino sino alla sera, Oltre alle giostre, il programma quotidiano degli spettacoli spesso comprende parate, fuochi d’artificio e concerti all’aperto.

Sarà il bellissimo commiato a questa città, una piccola perla della Scandinavia.

Copenaghen val bene una visita. Visitare Copenaghen con  bambini sarà una bellissima scoperta per tutti. Che sia la meta di un weekend lungo o la tappa di un itinerario più articolato Copenaghen merita una visita in famiglia; è sicuramente una città cara ma con qualche piccolo accorgimento è possibile visitarla in modalità low cost, anche con i bambini. per trasformarsi in danesi per qualche giorno, salire in sella a una bici ed esplorare la città.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti