Privacy Policy
Home / Bimbi in viaggio: racconti dal mondo / In visita al Dolmabahce Palace

In visita al Dolmabahce Palace

L’intrigante palazzo

Era già qualche giorno che avevamo previsto questa escursione, sveglia di buon mattino, una abbondante colazione e poi via verso il Dolmabahce Palace, una delle più belle attrazioni della Capitale Turca. Proprio una pubblicità della Turkish ci aveva ingolositi mostrandoci questo gioiello.

Sbarchiamo nella terra dell’impero ottomano in uno dei monumenti più belli che la Turchia possa offrire. Con il passeggino è una escursione un pò complicata, molto meglio farla con il bimbo in età un pò più avanzata.

Ciò non toglie che si possa visitare il mondo ! Quindi avanti tutta !

Vai al sito Ufficio del turismo Istanbul
Dolmabahce Palace
Dolmabahce Palace

Tra tutti i siti da vedere nella capitale turca probabilmente a nostro personale giudizio il più intrigante è il grande e imponente Palazzo Dolmabahce .

E’ stata la casa degli ultimi sei sultani dell’Impero Ottomano; ritrae tutto ciò che era giusto e sbagliato per la loro regole, in una terra dove hanno regnato per oltre 600 anni.

Molto probabilmente rimarremo in soggezione vedendo la splendida architettura, vedere i racconti storici delle loro terre conquistate, impressionante pensare come qualsiasi persona o famiglia potesse vivere in un ambiente cosi lussuoso e ricco.

Dolmabahçe Palace è stato costruito tra il 1843 e il 1856, in un momento in cui la vita per la persona media di Istanbul e il resto dell’Impero Ottomano , non è stato facile o di conforto.

Il palazzo Dolmabahce è stato finalmente completato con 285 rooms, 44 sale, 68 servizi igienici e 6 bagni turchi, ben 14 tonnellate di oro sono stati usati per decorare i soffitti in foglie d’oro.

Dolmabahce Palace: come arrivare 

Per raggiungere il Dolmabahçe Palace è sufficiente prendere la linea del tram T1 e dal nostro hotel a Sultanahmet nella città vecchia era solo una breve distanza a piedi alla fermata del tram vicino alla Moschea Blu.

Il tragitto dura circa 15 minuti, attraversando il Ponte di Galata sul Corno d’Oro, si scende al capolinea a Kabatas, si prosegue a piedi circa 5 minuti in direzione del palazzo, sin da lontano si possono vedere le forme di fronte al leggendario Bosforo.

C’è una torre con orologio sulla riva del fiume, una caffetteria e un posto dove prendere taxi (noi non ne abbiamo usufruito perché avevamo la sensazione che potessimo venire truffati).

Cercate di arrivare presto al mattino, le code si formano rapidamente.

Si noti che il palazzo è chiuso il lunedì e il giovedì, non è permesso di scattare qualsiasi foto o filmare al suo interno.

La prima cosa che si nota del palazzo è come ogni sua superficie sia ornata e intagliata in ogni dove – ogni superficie dentro e fuori è riccamente intagliata, dorato o impreziosita all’interno come si addice suppongo alla casa di un sultano ed al primo presidente della repubblica.

L’interno del palazzo è il tradizionale turco: harem o appartamenti privati dove ci sono le camere da letto, studi, saloni e bagni turchi di mogli, concubine, fratelli e figli del sultano, spesso altrettanto vistosamente decorate

Un paio di guardie al di fuori del palazzo si notano al di fuori della struttura che si erge sulla riva del Bosforo, sul lato di un Asia Minore ricca di fascino e di storia.

Check Also

Kalemegdang

Belgrado capitale Serbia | Kalemegdan

Il contenuto di questi articoli è riservato solo agli utenti registrati.

Entra anche tu a far parte di “Valigia a Due Piazze e Mezzo” cliccando sul campo “Registrati”.

Accederai a post inediti, in regalo avrai un piccolo omaggio riservato solo a te !

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti