Privacy Policy
Home / Valigia2mezzo in Italia / Firenze cosa vedere in un giorno

Firenze cosa vedere in un giorno

Firenze cosa vedere in un giorno | Firenze centro

Che sia la prima volta o ci siate già stati, che abbiate solo un giorno oppure molti di più, a Firenze (o come dicono gli inglesi Florence) avrete sempre qualcosa di cui meravigliarvi. La città, culla del rinascimento, regala sempre mille emozioni, adatta a qualsiasi tipo di vacanza. Prendetevi il vostro tempo per godervi il meglio della storia che la storia da Leonardo da Vinci in avanti ha scritto in questa gemma del mondo !

Cercheremo di raccontare Firenze in un giorno, anche se necessariamente dovremo fare delle scelte, mettete immediatamente da parte i musei come firenze uffizi o la Galleria dell’Accademia dove avrete di fronte delle lunghe code. Anzi un consiglio che vogliarmo darvi è quella di munirsi della Firenze Card. In alternativa si può consultare il sito dell’ente per il turismo oppure l’APT Firenze.

La nostra giornata comincia, una rapida occhiata a Firenze Meteo, da Santa Maria Novella, cartina di Firenze alla mano, la piazza vasta e scenografica è limitata a Nord dalla basilica della metà del XIV secolo ed a sud dalla loggia di San Paolo.

Dalla Piazza ci muoviamo sulla destra, percorriamo Via della Scala fino a raggiungere l’elegante Officina Profumo Farmaceutica di Santa Maria Novella S.P.A. unico esempio di farmacia gestita da frati dominicani. La farmacia fornisce prodotti molto ricercati e conosciuti in tutto il mondo come il pot-pourri, le essenze ed i profumi.

Uscendo dalla farmacia, ripercorriamo indietro Via della Scala e riattraversata Santa Maria Novella, entriamo in Via dei Banchi fino ad arrivare in fondo e giungere in Via De Tornabuoni. Questa via è sicuramente una delle vie più belle del mondo, sia per la grazia dei palazzi che la fiancheggiano sia per la bellezza sia per il livello dei negozi che buona parte di questi palazzi contengono e che offrono un ampio panorama alla moda più esclusiva: Gioielleria Tiffany, Cartoleria Pineider, Cartier, Ferragamo (ospitato nel palazzo Spini Feroni), Gucci, Cavalli, Prada, Gioi elli Damiani, Armani, Dior, Yves Saint Laurent.

Noi vi suggeriamo anche una breve sosta nella chiesetta di Santa Trinita.

Da Via Tornabuoni, svoltando in Via degli Strozzi e percorrendola sino in fondo, si giunge in Piazza della Repubblica. E’ una tra le più pittoresche ed animate di Italia,  e oggi ci offre un aspetto estremamente accogliente: completamente pedonalizzata con gli storici e bellissimi caffè: Giubbe Rosse, Caffe Paskowski, Caffè Gilli che coi loro dehor si affacciano sulla piazza Stessa

firenze turismo

Da Piazza della Repubblica, svoltando a sinistra su Via Roma, si arriva direttamente in Piazza San Giovanni (Piazza del Duomo) dove spiccano il Battistero di San Giovanni, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore con la magnifica facciata e l’imponente e famosissima cupola del Brunelleschi ed il campanile di Giotto.

I tre edifici rappresentano il più importante complesso monumentale religioso di Firenze e costituiscono, anche se edificati in fasi storiche successive, un insieme stilisticamente unitario ed omogeneo. Con il passeggino si può accedere agevolemte sia al Battistero che alla cattedrale di Santa Maria del Fiore , mentre l’accesso alla Cupola ed al Campanile potrebbe essere difficoltoso, sicuramente sconsigliato se non si ha un mezzo alternativo col quale raggiungere la vetta

Molti originali delle opere contenute sia nel Battistero che nella Cattedrale (Porta del Paradiso, Pietà di Michelangelo, Cantoria di Luca della Robbia) sono custoditi nel nuovissimo ed appena inaugurato Museo dell’Opera di Santa Maria del Fiore

Dopo aver assistitito a tanta meraviglia è tempo di una rilassante passeggiata in Via dei Calzaiuoli una delle vie più frequentate ed affollate di Firenze conosciutissimo luogo di incontro e shopping per fiorentini e turisti, arteria pedonale di collegamento tra Piazza Duomo e Piazza Signoria.

firenze da vedere
Via Calzaiuoli

Percorrendo Via Calzaiuoli sulla destra possiamo ammirare la bella ed insolita chiesa di Orsanmichele, in origine antico granaio, come suggerisce la sua architettura. Giungiamo quindi in Piazza della Signoria, la piazza più famosa di Firenze, dominata da Palazzo Vecchio (sede del comune di Firenze) sul quale svetta la Torre dell’Arnolfo e dalla elegantissima Loggia dei Lanzi, un vero e proprio museo a cielo aperto.

Firenzecard è il pass museale ufficiale della città di Firenze. La card costa 72€, ha validità 72 ore dal primo utilizzo e ti permette di accedere una sola volta a ognuno dei Musei aderenti al Circuito e di visitarne le collezioni permanenti e le mostre temporanee

E’ arrivato il momento di mangiare qualcosa, abbiamo solo l’imbarazzo della scelta ci possiamo fermare in una delle tantissime trattorie del centro!

LA nostra visita alla città riparte dal fulcro centrale della città gigliata: Piazza Della Signoria, probabilmente la piazza più bella del mondo dominata dal maestoso Palazzo Vecchio e dalle arcate della Loggia dei Lanzi.

Firenze luoghi di interesse
Firenze luoghi di interesse

 

All’angolo sinistro la fontana del Nettuno, detta il “Biancone”. Davanti all’entrata sulla piazza, a sinistra delle scale di ingresso al Palazzo Vecchio si erge una delle due copie del David di Michelangelo (l’originale si trova alla Galleria dell’Accademia, l’altra copia al Piazzale Michelangelo). La costruzione di Palazzo Vecchio ha avuto inizio nel 1299 per opera di Arnolfo di Cambio, successivamente è stato ampliato sino al 1592 da altri famosi personaggi come il Vasari ed il Buontalenti.

Sopra di esso, campeggia la splendida torre dell’Arnolfo alta 94m con doppi sporti merlati (simbolo della città). All’interno del palazzo, da segnalare al primo piano lo splendido salone del cinquecento che contiene le raffigurazioni della gloria fiorentina e del potere mediceo soprattutto attraverso i dipinti di Giorgio Vasari. Le pareti in origine dovevano essere affrescate da Leonardo e da Michelangelo, il primo cominciò ad affrescare le pareti con “la battaglia di Anghiari” ma abbandonò l’opera perchè tradito da colori sperimentali.

Per quello che riguarda i passeggini non sono ammessi all’interno del percorso museale di Palazzo Vecchio; è possibile lasciarli gratuitamente al guardaroba dopo la biglietteria insieme alle borse ingombranti. Se non si dispone di un mezzo alternativo al passeggino non consigliamo (a malincuore) di avventurarsi nel percorso all’interno di Palazzo Vecchio perchè potrebbe risultare per i bambini piccoli un pò troppo lungo e faticoso.

Firenze musei

Uscendo dal palazzo e tornando sulla piazza spicca sulla propria sinistra la Loggia dei Lanzi. Questo vero e proprio museo a cielo aperto è formato da grandi arcate di pietra arenaria a tutto sesto sorrette da eleganti pilastri con capitelli a triplice giro di fogliami. Da segnalare il Perseo in bronzo di Benvenuto Cellini, il ratto delle Sabine e Menelao che sorregge il corpo di Patroclo. Passando da Palazzo Vecchio e la Loggia dei Lanzi si entra nel piazzale degli Uffizi, capolavoro architettonico del Vasari, fiancheggiato da portici che nella lunga sfilata di colonne crea una ineguagliabile prospettiva sino all’Arno.

Sul piazzale, si affaccia il palazzo degli Uffizi che ospita l’omonima galleria: la Galleria degli Uffizi considerata la più bella e ricca del mondo insieme al Louvre di Parigi ed al British Museum di Londra. Fra le opere qui conservate segnaliamo: l’Annunciazione del Botticelli; gli uomini illustri di Andrea del Castagno; la Madonna in trono col Bambino Angeli e Santi; la Madonna in maestà del Cimabue; la Nascita di Venere e la Primavera del Botticelli; l’Adorazione dei Magi di Leonardo da Vinci; la Madonna del Cardellino di Raffaello; la Venere di Urbino di Tiziano.

Noi sconsigliamo la visita agli Uffizi nel caso veniate a Firenze per un solo giorno perchè da solo il Museo merita una giornata intera !!! Sappiate, nel caso in cui siate con il passeggino, all’interno sono a disposizione ascensori e bagni attrezzati con fasciatoi per i più piccoli.

firenze notte
firenze notte

Da Piazza Signoria  imbocchiamo la prima traversa a sinistra entrando in Via Porta Rossa percorrendola per circa 100m arriviamo alla loggia del Porcellino, sede di uno dei più caratteristici mercatini di paglie e di pelle di Firenze. Dal mercato del porcellino percorriamo tutta Via Por Santa Maria fino a raggiungere l’Arno proprio all’imbocco di Ponte Vecchio, altro simbolo universalmente conosciuto del capoluogo Toscano, con i suoi affacci mozzafiato e le sue botteghe orafe rinomate in tutto il mondo. Siamo giunti al termine di questa splendida giornata, da qua la vista regala mille sogni, mille pensieri, non ci rimane altro che fare una, dieci, cento foto… con il pensiero a quando si potrà tornare !

firenze ponte vecchio
Firenze Ponte Vecchio

Abbiamo cercato di raccontarvi quanto più ci era possibile di Firenze in un giorno, avremmo tante cose da farvi vedere a partire dal giardino di Boboli, di sicuro ci tornerete perchè Firenze è magica, nell’ipotesi che preferiate alloggiare a Firenze per qualche giorno senza dormire in centro città, vi suggeriamo di valutare la zona di Firenze Rifredi oppure Firenze Campo Di Marte, con un treno locale o con gli autobus di linea sarete in centro in pochi minuti.

Check Also

Trenino rosso del Bernina

Trenino rosso del Bernina: guida completa

Il Trenino rosso del Bernina: costi e percorso Il Trenino rosso del Bernina è una …

4 comments

  1. Bellissimi scorci di Firenze, e ottimi suggerimenti!

  2. Io ci sono stata in giornata e ho dovuto rinunciare ai musei, ma tornerò! 🙂 Tra l’altro da Padova è comodissima da raggiungere in treno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti