Home / Valigia2mezzo: le news dal Mondo / Muscat Oman, Mascate cosa vedere

Muscat Oman, Mascate cosa vedere

Mascate (Muscat), Oman

Quando si organizza un viaggio a Muscat Oman, a molti scorrono cattivi pensieri, invece dentro di noi era forte il desiderio di conoscere di vedere nuovi luoghi, spaziare in nuovi confini. A molti rivolgevo la domanda: Mascate capitale di quale stato? vedevo il viso impallidirsi… Oman dove si trova ? Con un pizzico di misconoscenza di chi ci ruotava attorno siamo partiti con un carico di curiosità nella nostra valigia.

L’arrivo a Muscat airport è come in tanti aeroporti, ma sarà l’ora tarda che ce lo fa sembrare diverso dagli altri. Una lunga coda per l’ottenimento del visto ci accoglie nella terra  del sultano.

Difatti i titolari di passaporto italiano possono ottenere il visto d’ingresso in Oman alla frontiera e nei principali aeroporti pagando direttamente l’ammontare sul suolo omanita. Dopo aver assolto le formalità doganali del caso usciamo lungo la strada tramite una delle uscite del Muscat Airport Arrivals dove veniamo accolti dal driver dell’albergo che avevamo prenotato dall’Italia tramite l’App Muscat Hotel.

Il Clima, nonostante sia notte, è estremamente caldo ed umido, l’uomo dell’albergo ci conferma che le piogge sono rare. Ci corichiamo, domani si comincia il nostro giro, la nostra vacanza nella capitale Mascate, città di mare.

 

Muscat cosa vedere:

Se pensate di partire da Muscat spiagge oppure Muscat mare, vi sbagliate visto che la capitale omanita è bellissima, ed offre molto specie alcune fortezze, alcuni musei, la moschea ed il palazzo reale Qasr Al Alam. Mascate, la vecchia città di mare da tempo, terreno di conquista per i navigatori, si presenta orgogliosa del proprio passato, ma con gli occhi puntati e decisi verso il futuro. In questa veste, così nuova e diversa l’Antica città di navigatori, Muscat si presenta oggi orgogliosa del proprio passato ma pronta per il prossimo futuro .

Sin dal mattino, decidiamo di iniziare la nostra visita nella capitale partendo dalla moschea: la Grande Moschea del Sultano Qaboos; Luogo di una sontuosità incredibile, terza moschea per grandezza al mondo ! L’enorme lampadario appeso al soffito è strabiliante, il tappeto che ricopre il pavimento è stato fabbricato su esplicita richiesta del Sultano in un unico pezzo.

Per i visitatori non mussulmani è possibile visitare la Grande Moschea gratuitamente ogni giorno (tranne il venerdì) dalle 8 alle 11 del mattino. È obbligatorio indossare pantaloni lunghi per gli uomini e coprire il capo con un foulard per le donne. La sua bellezza non raggiunge il livello di quella di Abu Dhabi, ma sicuramente merita una visita !

Non era tardi, quindi abbiamo deciso di proseguire la nostra giornata presso il Forte al Jalali; un forte nel porto di Old Muscat, Oman. Il forte fu costruito dai portoghesii intorno all’anno 1580 per proteggere il porto dopo che Muscat fu saccheggiata due volte dalle forze ottomane. Cadde nelle forze dell’Oman nel 1650. Durante le guerre civili tra il 1718 e il 1747, il forte fu catturato due volte dai persiani.

A volte, Al Jalali ha funto da rifugio o prigione per un membro della famiglia reale. Per gran parte del XX secolo fu usato come prigione principale dell’Oman, ma questa funzione terminò negli anni ’70. Solitamente è chiuso al pubblico, ma potrete salire per ammirare la splendida vista.

Il gran caldo ci spinge ad una visita veloce, decidiamo di proseguire per una rapida visita al palazzo reale Qasr Al Alam. Sapevamo che non si poteva entrare, abbiamo approfittato solo per fare delle fotografie dall’esterno visto che nessun turista è autorizzato ad entrare nell’edificio. Ci stavamo avvicinando alle ore più calde, un pranzo rifocillante, qualche ora di pausa e poi di nuovo di corsa, approfittiamo per vedere il Muscat Gate Museum.

Quest’ultimo è un museo, situato in Al Saidiya Street, Old Muscat, Oman. Inaugurato nel gennaio 2001, il museo contiene mostre sulla storia di Oman dal Neolitico ai giorni nostri. Ha una serie di mostre speciali sulle sorgenti d’acqua di Muscat, gli antichi pozzi, i canali sotterranei, i souq, le case, le moschee, i porti e le fortezze. La giornata la concludiamo qua anche perchè il clima veramente afoso non ci permette di stare a lungo fuori; il gran caldo che avevamo trovato sin dall’uscita a Muscat Aeroporto ce lo stavamo trascinando per tutto il nostro soggiorno. La sera optiamo per una rapida cena in albergo, andiamo a letto presto, preferiamo puntare l’attenzione sul giorno successivo quando decidiamo di visitare i mercato del pesce, dove i turisti possono osservare i pescatori scaricare e vendere il pesce appena pescato. Con le dovute proporzioni sembra di essere a Tokyo, un lento formicaio di gente  si muove lungo i corridoi del mercato. Davvero molto interessante.

Nei dintorni, potrete ammirare la fortezza di Mutrah, costruita dai portoghesi nel 1580 che controlla l’accesso al porto (non è visitabile all’interno), e la torre di avvistamento portoghese che risale al periodo coloniale. La fortezza è un’antica struttura oggi ristrutturata dalla quale si può godere di un’ottima vista sul tramonto. La torre di avvistamento Souq, anche questa ristrutturata, è chiusa al pubblico ma la collina sulla quale sorge può essere raggiunta a piedi per poi ammirare il panorama su Mutrah. Da non perdere anche il Parco Riyam dove si trova un’area giochi con le giostre. Dal grande inceneritore di incenso sulle colline del parco si gode di un’ottima visuale sulla baia e sulla città.

Oggi decidiamo di dedicare la giornata alla visita dell’Acquario e del centro di scienza di Muscat. Non è al livello dell’acquario di Genova, ma se volete spendere un paio di ore dove i vostri bambini possono divertirsi è l’ambiente giusto. All’uscita potete proseguire la vostra giornata del divertimento al Sohar Boat: La barca è una replica di quella usata da Abdullah Bin Gasm a metà dell’ottavo secolo a Guangzhou in Cina. E ‘stato costruito nei cantieri di Dhow di Sur dalla corteccia di oltre 75.000 palme e quattro tonnellate di corda. Non è stato usato un solo chiodo nella costruzione.

Prima di rendere la macchina all’autonoleggio ci restava il tempo per fare una bella escursione lungo la strada costiera, da qua si possono vedere bellissimi panorami, chilometri di spiagge dove ci si può immergere completamente nella natura.

Muscat Immagini:

Check Also

Gita a Leolandia | Emozioni in Famiglia

Gita a Leolandia | giornata di divertimento Organizza la tua gita a Leolandia. Scopri tutte le iniziative e …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial
Vai alla barra degli strumenti